Primo Piano Meteo

Il maltempo segna l’inizio di febbraio: tornano pioggia e neve, ecco dove

Lunedì 31 gennaio una nuova perturbazione raggiungerà l’Italia, dando vita ad una nuova fase di maltempo: il fronte freddo ad essa associato attraverserà la Penisola nel corso della notte successiva e martedì 1 febbraio darà vita a piogge, venti forti e nevicate a quote progressivamente più basse. Interessate dal peggioramento saranno, ancora una volta, le regioni del Centro-Sud, mentre per gran parte del Nord continuerà il lungo periodo di siccità.

Lunedì 31 gennaio, in particolare, sarà una giornata di pioggia sulle regioni tirreniche, dal Levante Ligure alla Calabria, e dal pomeriggio anche su Romagna, Sicilia settentrionale, e settore adriatico centro-meridionale. Altrove prevarranno nuvole, con rischio di nebbie al mattino in Pianura Padana e nevicate sulle Alpi di confine. Le temperature caleranno al Centro-Nord.

Ad inizio febbraio piogge al Centro-Sud con neve fino a 800 metri

Martedì 1 febbraio il fronte freddo della perturbazione raggiungerà l’Italia, provocando una intensificazione del vento, un calo termico e piogge. Le precipitazioni interesseranno principalmente le regioni centrali adriatiche, il Sud e la Sicilia tirrenica. L’arrivo di aria più fredda farà calare la quota neve fino a 800-900 metri sull’Appennino tra Abruzzo e Puglia settentrionale, e fino a 900-1100 metri sull’Appennino meridionale e rilievi della Sicilia. Anche martedì le nevicate saranno possibili sulle Alpi di confine, tra Valle d’Aosta e Trentino-Alto Adige. I venti soffieranno forti da nord, dando origine ad un effetto Föhn nelle vallate alpine e nelle vicine pianure, rendendo meno probabile la formazione di nebbie. Dopo il calo di lunedì, le temperature tenderanno ad aumentare al Nord, mentre caleranno nei settori interessati dal peggioramento meteo.

In seguito la situazione dovrebbe migliorare, con il ritorno del sole mercoledì 2 su gran parte d’Italia e una assenza di nebbia in Val Padana. Giovedì 3 potrebbero aumentare le nuvole al Centro-Nord, anche se al momento non associate a precipitazioni di rilievo. Per maggiori dettagli vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti.

Leggi anche:

Siccità, Po in secca come in estate e Alpi senza neve: situazione critica al Nord

Inquinamento e lockdown, evitati oltre 800 decessi nel febbraio-luglio 2020

Smog soffoca il Nord Italia: PM10 e PM2.5 oltre la soglia limite per molti giorni consecutivi

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie