GhiacciPrimo Piano Meteo

Alaska, dal ghiacciaio in ritirata emerge una foresta di 1300 anni fa

Una foresta di 1300 anni fa sta tornando alla luce a causa della ritirata di un ghiacciaio nell’Alaska del sud. I resti stanno emergendo nel Parco Nazionale Kenai Fjords: il ritiro del ghiacciaio sta scoprendo i grandi tronchi che una volta popolavano una grande foresta, lungo la sponda di Exit Creek. Nuovi tronchi, finora intrappolati nel ghiaccio, tornano alla luce man mano che continua il processo di fusione.

«Il tronco fotografato qui sembra essere un tronco qualsiasi, invece racconta una storia ben diversa – spiega in un post il Parco Nazionale di Kenai Fjords-. Questa sezione di legno proviene da un albero di una antica foresta che è stata sepolta del ghiacciaio Exit circa 1300 anni fa, tra il 641 e il 771 d.C. Oggi che il ghiacciaio continua a ritirarsi sta scoprendo lentamente questi trochi e pezzi di legno.»

Il ritiro del ghiacciaio negli anni. Fonte Kenai Fjords National Park Service

Gli esperti chiamano questi ritrovamenti come “tronchi interstadiali” provenienti dalle foreste che prosperavano prima dell’ultima era glaciale. Il tronco più antico (ancora radicato a terra) emerso dai ghiacci del Glacier Bay National Park and Preserve, sempre in Alaska, è quello di un albero di 9400 anni fa.

Leggi anche:

Buco dell’ozono più grande dell’Antartide: la situazione

Siccità, la provincia di Ferrara entra nella zona rossa per forte criticità idrica

High summit COP26, la conferenza Internazionale sulle montagne, sul cambiamento climatico e sullo sviluppo sostenibile

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie