Copertina Meteo

GENNAIO si chiude con il MALTEMPO: piogge, neve e vento! Ecco dove

La tredicesima perturbazione del mese, in rapido avvicinamento dalla Francia, attraverserà le nostre regioni tra stasera e domani

Il mese di gennaio si chiude all’insegna del maltempo. L’ultima perturbazione del mese, in rapido avvicinamento dalla Francia, attraverserà l’Italia tra la serata odierna e la giornata di domani con effetti a partire dal Nord e successivamente in estensione alle regioni centro-meridionali.

Attese piogge, a tratti anche temporalesche, venti intensi e nevicate sui settori alpini. Il fronte perturbato lascerà le nostre regioni nelle prime ore di lunedì quando contemporaneamente ne arriverà un altro, più debole, che segnerà l’inizio di febbraio con nuovo maltempo.

Meteo per le prossime ore: maltempo in arrivo a partire dalla sera, con piogge al Nord e successivamente al Centro. Neve sul settore alpino. Temperature ovunque sopra la norma, in particolare al Centro-Sud

Su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia tempo in prevalenza soleggiato, con tendenza ad aumento della nuvolosità tra sera e notte. Con il passare delle ore aumenteranno le nubi: nel pomeriggio cielo in prevalenza nuvoloso al Centro-Nord e in Sardegna, con le prime isolate piogge su Liguria e alta Toscana e deboli nevicate ad alta quota nelle Alpi centro-occidentali e in Valle d’Aosta. In serata generale peggioramento, con precipitazioni in estensione a tutte le regioni settentrionali, a quelle tirreniche fino alla Campania, all’Umbria, alle Marche e alla Sardegna, con possibili rovesci o temporali sull’Isola, in Liguria e sulle coste toscane. Nevicate nel settore alpino a quote inizialmente elevate, in calo dalla serata intorno ai 1500 metri e dalla notte fino ai 1000 metri sulle Alpi orientali.

Temperature: stazionarie o in ulteriore aumento. Valori ovunque al di sopra della norma, con massime poco oltre 20 gradi sul medio Adriatico, su Calabria ionica e settori orientali di Sicilia e Sardegna. Venti: tra ovest e sudovest, da moderati a tesi sui mari di ponente, sulle Isole maggiori e sul mar Ionio, fino a forti sulla Sardegna; in prevalenza deboli altrove, ma con tendenza a rinforzare sensibilmente su tutto il Centro-Sud a fine giornata.

Meteo per domani, domenica 31 gennaio: molte piogge sulle regioni centrali tirreniche, anche sotto forma di temporali. Venti di forte intensità, soprattutto in Sardegna e nel Tirreno

Molto nuvoloso con piogge diffuse al mattino al Nord-Est e in Emilia Romagna, con un graduale miglioramento nella seconda parte della giornata. Nevicate su Alpi e Prealpi orientali e Appennino emiliano oltre 800-1000 metri. Schiarite sin dal mattino al Nord-Ovest, con cielo sereno o poco nuvoloso dal pomeriggio. Inizio di giornata con cielo molto nuvoloso al Centro-Sud e Isole e parziali schiarite solo in Abruzzo e Molise.

Piogge diffuse, specie sui settori tirrenici, con la possibilità di rovesci o isolati temporali. Nel pomeriggio tendenza a un miglioramento in Toscana e Sicilia, ancora piogge nelle altre regioni con nevicate sui rilievi Abruzzesi oltre i 1400 metri. In serata le piogge insisteranno in Molise, nel basso Lazio, in Campania e Calabria.

Temperature minime del mattino in rialzo al Nord e al Centro con assenza di gelate; massime del pomeriggio in calo sul medio Adriatico e nelle Isole maggiori, senza grandi variazioni altrove. Venti di Bora sull’alto Adriatico, in prevalenza occidentali al Centro-Sud e Isole con forte intensità soprattutto in Sardegna e nel Tirreno. Mari: generalmente mossi o molto mossi; fino ad agitati il Mare di Sardegna e il Tirreno.

Leggi anche:

New York, avvistato gufo delle nevi a Central Park: è la prima volta in 130 anni [FOTO e VIDEO]

Venezia, torna l’acqua alta: bollino arancione nella notte. Il bollettino

Spagna tra tempesta Justine e caldo record: quasi 30 gradi!

Gli aggiornamenti di IconaClima:

Smog, 35 città fuorilegge per la qualità dell’aria: Torino maglia nera

Amazzonia, 3 banche europee non finanzieranno più il commercio di petrolio

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie