SostenibilitàVivere Green

Dior fashion show 2019: come la moda può scegliere di schierarsi nella crisi climatica

La sostenibilità nell'industria della moda è un tema sempre più preponderante, casa Dior lancia un messaggio chiaro alla sfilata parigina

In occasione della sfilata di presentazione della collezione Primavera Estate 2020 a Parigi, la stilista e direttrice creativa di Dior, Maria Grazia Chiuri, si è ispirata alla natura non solo per il design degli abiti ma anche per lanciare un messaggio di rispetto nei confronti del Pianeta.

Osservando l’attuale crisi climatica e la necessità di essere più cauti nel consumo di risorse, Chiuri ha optato per mettere in scena una passerella ambientata nel mezzo di un giardino segreto, con i modelli che camminano tra gli alberi. Una scenografia effimera progettata per produrre zero rifiuti: materiali riciclabili e zero plastica. Gli alberi posizionati sul set verranno trapiantati nella città all’interno di un progetto urbanistico per aumentare le aree verdi di Parigi. L’allestimento della sfilata è stato realizzato in collaborazione con Coloco un collettivo di environmental designer francese.

Tags

Elisabetta Ruffolo

Nata a Milano, classe 1989, ha intrapreso un primo percorso accademico presso la Facoltà di Scienze dei Beni culturali dell'Università degli studi di Milano, curricula orientata al mondo del cinema e dello spettacolo. In seguito, per acquisire gli strumenti necessari per una visione ad ampio raggio della società e dei sistemi politici e amministrativi, ha conseguito la Laurea in Economia & Management Pubblico presso la facoltà di Scienze Politiche. Grazie ad una esperienza lavorativa nel Venture Capital entra in contatto con il mondo dell’innovazione e delle start-up, conclude così il percorso accademico con un elaborato finale in diritto dell'Economia volto ad analizzare i risvolti della dottrina nel sistema delle imprese innovative dal titolo "La normativa europea sull'equity crowdfounding: Problemi e prospettive". Approda a Meteo Expert nel 2016, dove si occupa di coordinare le attività di divulgazione scientifica in ambito televisivo, radiofonico ed editoriale.

Articoli correlati