IniziativeProgettiTecnologia e innovazione

“Odiamo gli Sprechi”, dalle scuole nuove idee per il futuro delle energie rinnovabili

Oltre 12.000 alunni di tutta Italia hanno partecipato al contest di quest’anno: premiati i progetti delle scuole vincitrici in Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna

L’edizione 2021 dell’iniziativa “Odiamo gli Sprechi” di E.ON è stata vinta da tre scuole di Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, che si sono distinte tra le 100 partecipanti per i progetti realizzati sul futuro delle rinnovabili legate ad Aria, Terra e Acqua.

A marzo è avvenuta la premiazione delle classi vincitrici del contest creativo rivolto alle scuole elementari e medie di tutta Italia con il coinvolgimento attivo di Meteo Expert e Pleiadi, società leader nella divulgazione scientifica.

Il concorso “Odiamo gli Sprechi” di E.ON pone le sue basi su tematiche ambientali importantissime, come la riduzione degli sprechi, l’adozione di comportamenti virtuosi e la necessità di aumentare la consapevolezza delle giovani generazioni – gli adulti di domani – sull’importanza di salvaguardare il Pianeta e su come il contributo di tutti sia determinante per la creazione di un mondo migliore.

Al contest hanno partecipato 100 scuole con 500 classi iscritte per un totale di oltre 12.000 alunni e ben 52 progetti presentati (di cui alcuni realizzati dalle interclassi). Le classi vincitrici si sono distinte nella sfida di un futuro immaginario – il 2040 – e si sono interrogate sui cambiamenti subiti dalle energie rinnovabili legate all’aria, alla terra e all’acqua, proponendo fantasiosi metodi e strumenti innovativi per riuscire a sfruttare le fonti energetiche che il nostro Pianeta ci offre senza andare ad impattare sugli ecosistemi.

odiamo gli sprechi eon
Foto E.ON

I progetti sono stati esaminati da una giuria composta da Davide Villa, Chief Customer Officer di E.ON Italia, Andrea Giuliacci, noto meteorologo di Meteo Expert e professore di Fisica dell’Atmosfera, e Lucio Biondaro, Direttore comunicazione scientifica e relazioni istituzionali di Pleiadi, realtà che realizza eventi e progetti divulgativi basati sul metodo scientifico.

Il contest è stato vinto quest’anno da:

  • Scuola secondaria di primo grado Mazzini, docente referente Silvia Favaro
  • Scuola primaria A. Moro docente referente Giovanni Furci
  • Scuola secondaria di primo grado Guercino docente referente Sara Mandrioli

Gli alunni sono stati chiamati a concentrare i propri sforzi su sostenibilità e energia, senza dimenticare l’importantissimo fattore dell’immaginazione, con l’obiettivo di realizzazione di un progetto innovativo dedicato al futuro delle energie rinnovabili. Aria, Terra e Acqua sono stati i temi dei progetti realizzati, con un focus particolare alla tutela di queste risorse naturali.

odiamo gli sprechi eon
Foto E.ON

Le scuole vincitrici ( hanno avuto la possibilità di vivere un’esperienza formativa speciale: un furgone full electric di E.ON, attrezzato con tutto l’occorrente per svolgere una vera e propria attività di laboratorio, ha visitato le scuole per incontrare i docenti e gli alunni che si sono distinti per la loro particolare creatività. Insieme all’esperto meteorologo Andrea Giuliacci, hanno trattato alcuni dei temi attinenti all’ambiente come: l’aumento delle temperature, il peggioramento della qualità dell’aria, l’innalzamento dei livelli dei mari, le piogge acide, la desertificazione e la deforestazione, ma non solo.

È stato davvero entusiasmante far parte della giuria del progetto dedicato alle scuole. Con “Odiamo gli Sprechi” abbiamo avuto modo di stimolare la creatività dei bambini su temi così importanti come la salvaguardia del Pianeta e la riduzione degli sprechi. Ciò ci ha permesso di scoprire quanto la visione dei più piccoli su questioni così complesse possa essere ricca di valore e capacità progettuale. I bambini sanno sempre stupirci e regalarci grandi emozioni. Per questo continueremo ad affiancarli per imparare a raccogliere i loro spunti e contribuire ad aumentarne la consapevolezza e a creare, tutti insieme, un Pianeta migliore”, ha dichiarato Davide Villa, Chief Customer Officer e Board Member di E.ON Italia.

Vedere i ragazzi, anche i più piccoli, impegnarsi in questo progetto, e soprattutto mostrarsi così coinvolti e sensibili all’argomento, è stato davvero bello e, a mio avviso, conferma ancora di più quanto sia importante portare nelle scuole argomenti quali la sostenibilità e la riduzione degli sprechi. Credo davvero che progetti come “Odiamo gli Sprechi” rappresentino la strada migliore per combattere il cambiamento climatico, creando adesso il cittadino di domani disposto a impegnarsi per la salvaguardia del nostro splendido Pianeta”, ha dichiarato Andrea Giuliacci meteorologo di Meteo Expert e professore di Fisica dell’Atmosfera presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca.

Ricevere così tante richieste da parte degli insegnanti per entrare a far parte della community del progetto è già questo un traguardo per la salvaguardia del nostro Pianeta. Sentire così coinvolti attivamente gli insegnanti, partecipativi e propositivi gli alunni, ci fa capire come sia l’approccio che i temi affrontati durante il progetto educativo “Odiamo gli Sprechi” siano di interesse dell’intera comunità: adulti, ragazzi e bambini. Il futuro è nelle mani dei giovani studenti e loro ne sono sempre più consapevoli.” ha commentato Lucio Biondaro, Direttore comunicazione scientifica e relazioni istituzionali di Pleiadi.

Leggi anche:

Pioggia intensa in Italia: i fattori in gioco nel nostro territorio

Il ruolo dei meteorologi televisivi nell’era dell’estremizzazione climatica

Aprile si apre con il primo tornado della stagione al Nord: il report

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie