IniziativeIniziative

Terzo sciopero globale per il clima: oggi cortei in 160 città italiane

Fridays for future Italia: «abbiamo solo 11 anni per salvare la nostra specie»

Oggi tutti i giovani del Mondo scendono in piazza per il terzo sciopero globale per il clima, dopo quelli del 15 marzo e del 24 maggio. Nei 130 Paesi del Mondo che partecipano allo sciopero sono stati organizzate più di 3 mila manifestazioni. In Italia le manifestazioni degli studenti percorreranno le vie di 160 città: sono previsti cortei in mattinata, in genere dalle 10 alle 13, nel centro delle città, con un comizio collettivo finale, nel quale parleranno gli attivisti di 173 gruppi locali. Lo sciopero di oggi conclude la Climate Action Week: la settimana del clima è cominciata venerdì 20 settembre, con manifestazioni che hanno coinvolto 4 milioni di persone in tutto il Mondo.

sciopero clima fridays for future1
Mappa Fridaysforfutureitalia

Oltre all’Italia parteciperanno Nuova Zelanda, Thailandia, Myanmar, Mali, Eswatini, Gambia, Sudan, Arabia Saudita, Yemen, Ungheria, Slovenia, Grecia, Olanda, Belgio, Svizzera, Svezia, Spagna, Portogallo, Canada, Isole Vergini (Usa), Argentina, Venezuela, Aruba, Ecuador, Guam, Honduras. A Montreal in Canada sarà presente anche Greta Thunberg.

Perché si sciopera per il clima? A dare il via allo sciopero per il clima è stata Greta Thunberg che nell’estate del 2018 ha deciso di scendere in campo ogni venerdì, per manifestare davanti al parlamento svedese e protestare per l’assenza di politiche concrete contro il cambiamento climatico.

«Gli studenti escono dalle scuole e vanno allo Sciopero per il Clima per lanciare un appello ai governi affinché mantengano l’aumento della temperatura media globale sotto l’inaccettabile e pericoloso livello di 1.5°C rispetto all’era pre-industriale e proteggano il nostro futuro», si legge sul sito di Fridays For Future Italia. «Un gran numero di paesi e organizzazioni già richiedono misure senza precedenti, in modo che questo limite possa essere rispettato. Ovviamente, l’intera transizione deve essere socialmente giusta, su misura per tutte le persone. Scendiamo in piazza per la giustizia climatica, in Italia e nel mondo. Sarà un evento storico, un evento per studenti e professori, un evento per famiglie, un evento pacifico e non violento. Saremo tutti uniti per il clima!»

Tags

Silvia Turci

Ho conseguito una laurea specialistica in Comunicazione per l’Impresa, i media e le organizzazioni complesse all’Università Cattolica di Milano. Il mio percorso accademico si basa però sullo studio approfondito delle lingue straniere, nello specifico del francese, inglese e russo, culminato con una laurea triennale in Esperto linguistico d’Impresa. Sono arrivata a Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995) nel 2014 e da allora sono entrata in contatto con la meteorologia e le scienze del clima: una continua scoperta che mi ha fatto appassionare ogni giorno di più al mio lavoro.

Articoli correlati