ApprofondimentiTerritorio

Earth Overshoot Day: quest’anno sarà il 29 luglio

Alla fine di questo mese l’uomo avrà utilizzato tutte le risorse naturali dell’intero anno messe a disposizione dalla Terra

Vi avevamo promesso che vi avremmo tenuti aggiornati e così è stato: il risultato delle analisi del Global Footprint Network, l’organizzazione di ricerca internazionale che ha avviato – e continua a portare avanti – i calcoli per la contabilità delle risorse naturali attraverso l’Impronta Ecologica, stabilisce ufficialmente il giorno del sovra-sfruttamento delle risorse del 2019, fissandolo al 29 luglio. Questo indicatore tiene traccia della domanda dell’uomo per le aree biologicamente produttive che forniscono risorse naturali e servizi ecosistemici, come ad esempio cibo, legname, fibre, spazio occupato per le infrastrutture e assorbimento delle emissioni di CO2. Attualmente, proprio le emissioni di anidride carbonica costituiscono il 60% dell’intera Impronta Ecologica dell’umanità.
Più di 80.000 persone hanno firmato delle petizioni indirizzate ai governi di USA ed Europa per chiedere che la gestione delle risorse naturali sia messa al centro delle agende politiche e far in modo di spostare in avanti nel calendario il giorno del sovra-sfruttamento delle risorse.
Il giorno del sovra-sfruttamento delle risorse (in inglese, Earth Overshoot Day) segna la data in cui il consumo di risorse da parte dell’uomo eccede ciò che gli ecosistemi della Terra sono in grado di rigenerare per quell’anno. Negli ultimi 20 anni, il giorno del sovra-sfruttamento si è spostato fino a tre mesi in anticipo nel calendario fino a cadere il 29 luglio di quest’anno, mai così presto dagli anni ’70, quando il mondo ha cominciato a sovra-sfruttare le risorse. Nel 2018 questa data coincise con il primo di agosto. In altre parole, attualmente l’uomo sta utilizzando le risorse naturali ad un ritmo 1,75 volte più veloce rispetto alla capacità di rigenerazione degli ecosistemi, il che equivale a dire che usiamo 1,75 pianeti Terra. Il sovra-sfruttamento è possibile perché intacchiamo il capitale naturale del nostro pianeta, quindi compromettendo ulteriormente la sua capacità futura di rigenerazione delle risorse.

Earth Overshoot Day
Gli effetti di questo sovra-utilizzo delle risorse globali stanno diventando sempre più evidenti nel mondo in forma di deforestazione, erosione del suolo, perdita di biodiversità, e accumulo di anidride carbonica in atmosfera che porta ai cambiamenti climatici e a seri fenomeni di siccità, incendi e uragani.
«Affermare che non possiamo utilizzare 1,75 pianeti perché semplicemente ne abbiamo solo uno disponibile, è riconoscere il reale contesto in cui vive l’uomo» dice Mathis Wackernagel, co-ideatore dell’Impronta Ecologica e fondatore del Global Footprint Network. E aggiunge: «Alla fine, lo stile di vita dell’uomo troverà il suo equilibrio con le risorse naturali della Terra. La questione è se scegliamo di arrivare a questo punto in seguito a delle catastrofi oppure in seguito a delle decisioni prese con coscienza, se scegliamo di avere un pianeta malato o un pianeta che prospera».

#MoveTheDate: sposta la data per essere in armonia con l’unico pianeta che abbiamo

Invertire la direzione è possibile. Se spostassimo la data del Giorno del Sovra-sfruttamento in avanti di 5 giorni ogni anno, l’umanità tornerebbe a essere in armonia con il pianeta prima del 2050. In vista dell’Earth Overshoot Day 2019, il Global Footprint Network mette in luce le azioni concrete da mettere in pratica subito e ne valuta il loro impatto sul giorno del sovra-sfruttamento. Ad esempio, sostituire il 50% di consumo di carne con una dieta vegetariana, contribuirebbe a spostare la data dell’Overshoot Day di 15 giorni in avanti (questo dato comprende 10 giorni per la riduzione delle sole emissioni di metano dagli allevamenti); ridurre la componente delle emissioni di CO2 dell’Impronta Globale del 50%, sposterebbe la data di Overshoot Day di 93 giorni.

La campagna del 2019 per l’Overshoot Day comprende:

  • Il calcolatore dell’Impronta Ecologica (footprintcalculator.org), ora disponibile in lingua Hindi, oltre all’inglese, francese, tedesco, spagnolo e italiano già presenti. Inoltre, la versione in portoghese e cinese saranno lanciate nel giorno dell’Overshoot Day. Il calcolatore permette agli utenti di misurare la propria Impronta Ecologica e il giorno del sovra-sfruttamento delle risorse personale. Ad oggi, il calcolatore è stato usato da oltre 15 milioni di persone.
  • Il Global Footprint Network e i suoi partner invitano il pubblico a visitare la pagina “Steps to #MoveTheDate” che promuove il movimento globale per vivere in armonia con l’unico pianeta che abbiamo. I passi da intraprendere per spostare la data del sovra-sfruttamento sono relativi a 5 principali soluzioni: energia, cibo, città, popolazione e pianeta. Le opportunità per agire concretamente sono, per esempio, avviare una conversazione sul problema del sovrappopolamento, avere delle buone pratiche sul luogo di lavoro come la riduzione dello spreco di cibo, fare delle petizioni ai propri governi per gestire le risorse naturali in maniera responsabile e sostenibile.

Di quante Terre avremmo bisogno?

Tags

Rosario Cutuli

Rino Cutuli è laureato in Scienze Ambientali e si è specializzato in Meteorologia Applicata. Da febbraio 2005 lavora come Meteorologo presso il Centro Epson Meteo di Milano. Nel settembre del 2011 pubblica il suo primo libro dal titolo "Rosso di sera..." dedicato ai proverbi e modi di dire sul tempo, inserito nella collana meteo Alpha Test. Nel giugno del 2013 consegue l’attestato di competenza “Meteorologo Aeronautico”, rilasciato da ENAC secondo la normativa WMO vigente. Da settembre 2014 insegna Meteorologia presso l'Istituto Tecnico Aeronautico A. Locatelli di Bergamo. Nel febbraio del 2017, infine, consegue la qualifica di Meteorologo professionista.

Articoli correlati