ItaliaMeteo

Ciclone Mediterraneo, rischio nubifragi nelle prossime ore: le zone critiche

Venti con raffiche tempestose e forti mareggiate sulle coste ioniche

Un profondo vortice depressionario, un ciclone Mediterraneo si sta spostando lentamente verso il mar Tirreno meridionale. Ci aspettano dunque ore di forte maltempo con situazioni critiche e potenzialmente alluvionali.  Il tutto sarà accompagnato da venti tempestosi e rischio di mareggiate sulle coste esposte del Sud e della Sicilia.

Forte maltempo: rischio nubifragi nelle prossime ore

In queste ore il tempo sta rapidamente peggiorando all’estremo Sud, con piogge e temporali che dalla Sicilia si stanno estendendo a Calabria e Basilicata. La fase critica arriverà tra questa sera e la prossima notte con piogge e temporali in intensificazione su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia e alto rischio di  nubifragi nei settori ionici.  In poco tempo, in queste aree, potrebbero accumularsi al suolo fino a 50 mm di pioggia, con accumuli complessivi che, entro mercoledì, potrebbero localmente superare i 150-200 mm. Attenzione anche i venti: nelle prossime ore saranno in ulteriore rinforzo, con raffiche di Scirocco fino a 60-70 Km/h sui mari attorno alla Penisola e alle Isole.

Le previsioni per domani, martedì 12 novembre

Martedì ci aspetta una giornata di maltempo. Le piogge saranno più diffuse sulle regioni di Nordest, su quelle centrali, al Sud e sulle Isole. I fenomeni saranno localmente intensi e persistenti, particolarmente nelle prime ore della giornata tra Puglia, Basilicata e Calabria dove sarà ancora elevato il rischio di nubifragi. Dal pomeriggio tendenza a parziale esaurimento dei fenomeni al Sud. Piogge in intensificazione tra Lazio, Umbria e Toscana e al Nordest. Attenzione al vento: domani possibili raffiche tempestose a sfiorare anche i 100 km/h sui bacini centro-meridionali con rischio di mareggiate violente sulle coste ioniche.

Tags

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati