Energia

Europa, nel 2020 l’elettricità da energie rinnovabili ha superato per la prima volta quella da combustibili fossili

Buone notizie sul fronte energie rinnovabili per l’Europa. Nel 2020 nel Vecchio Continente la produzione di elettricità da energie rinnovabili ha superato per la prima volta quella da combustibili fossili.

Secondo quanto riporta Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea, lo scorso anno l’elettricità da fonti rinnovabili ha superato la soglia di 1 milione di Gigawatt/ora, quasi 30mila GWh in più rispetto alla produzione da combustibili fossili. L’energia da carbone deve essere urgentemente fermata per mantenere il riscaldamento globale al di sotto di 1,5 °C ed evitare i peggiori effetti del cambiamento climatico.

Crediti Eurostat

L’effetto della pandemia da Covid-19 in atto ha avuto ripercussioni sul settore energetico e nel 2020 la produzione di energia elettrica da fonti fossili è diminuita del 9,8% rispetto al 2019, attestandosi al livello più basso dal 1990. L’andamento è simile per il nucleare, con la produzione di elettricità diminuita del 6,3% rispetto al 2019, al minimo dal 1990.

Eurostat ha confermato questo storico sorpasso sulla base dei dati preliminari dell’anno passato. Il calo dei combustibili fossili nella produzione di elettricità è stato favorito da minori consumi e dai vari lockdown europei con la sospensione delle attività economiche.

Una spinta ulteriore alla Decarbonizzazione del settore energetico (il 75% delle emissioni di gas serra nell’Ue) dovrebbe arrivare il 14 luglio dal pacchetto clima con cui la Commissione inizierà a declinare i target di riduzione delle emissioni (-55% al 2030, zero netto al 2050) in misure concrete.

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie