ClimaNotizie Mondo

Crisi climatica, raddoppiati i giorni con temperature sopra i 50 gradi

La crisi climatica in atto può essere recepita meglio attraverso i numeri. Crudi numeri che ci indicano quanto il riscaldamento globale stia avanzando per intensità e rapidità così come confermato dall’ultimo rapporto IPCC.  Questa volta ci viene in aiuto la Bbc che ha commissionato una ricerca che ci mostra numeri impressionanti.

Il numero di giorni estremamente caldi in cui la temperatura ha raggiunto i 50°C è raddoppiato dagli anni ’80.  In media, tra il 1980 e il 2009, le temperature hanno superato i 50°C circa 14 giorni all’anno.
Il numero è salito a 26 giorni all’anno tra il 2010 e il 2019.
Nello stesso periodo, le temperature di 45 ° C e superiori si sono verificate in media per due settimane in più all’anno.

“L’aumento può essere attribuito al 100% alla combustione di combustibili fossili”, afferma alla Bbc il dott. Friederike Otto, direttore associato dell’Environmental Change Institute presso l’Università di Oxford.

Medio Oriente tra le zone più roventi ma i valori estremi si stanno già verificando altrove

Il Medio Oriente ed la zona del Golfo si confermano le regioni più calde, ma quest’estate ci sono state le prime avvisaglie che il fenomeno si sta diffondendo: è il caso dell’Italia, con il record di 48,8 gradi registrato in Sicilia, e del Canada, dove sono stati raggiunti i 49,6 gradi al culmine di un’ondata di caldo che ha causato oltre 700 vittime e centinaia di incendi. Secondo gli scienziati, tra l’altro, questi valori si verificheranno anche altrove.

L’analisi della BBC ha anche scoperto che nell’ultimo decennio le temperature massime sono aumentate di 0,5 °C rispetto alla media dal 1980 al 2009.
Questi aumenti non sono stati avvertiti allo stesso modo in tutto il mondo: l’Europa orientale, l’Africa meridionale e il Brasile hanno visto alcune temperature massime aumentare di oltre 1°C e parti dell’Artico e del Medio Oriente hanno registrato aumenti di oltre 2°C.

Anche sotto i 50°C, le alte temperature e l’umidità possono creare gravi rischi per la salute.
Secondo uno studio della Rutgers University negli Stati Uniti pubblicato lo scorso anno, fino a 1,2 miliardi di persone in tutto il mondo potrebbero affrontare condizioni di stress da caldo entro il 2100 se gli attuali livelli di riscaldamento globale dovessero continuare.

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie