EsteroInquinamento

Lo Sri Lanka può tirare un sospiro di sollievo: disastro ambientale evitato

Domato l'incendio della petroliera New Diamond senza perdite di petrolio

Lo Sri Lanka può tirare un sospiro di sollievo: disastro ambientale evitato. A sole circa 38 miglia nautiche (poco più di 70 km) da Sangaman Kanda, il punto più orientale della sua costa est, la petroliera New Diamond di bandiera panamense proveniente dal Kuwait, giovedì 3 settembre è stata colpita da un incendio. La nave lunga 330 metri, trasportava 27000 tonnellate di petrolio e 17000 tonnellate di carburante diesel. La guardia costiera indiana e la marina cingalese sono intervenute in soccorso della nave: dopo che le fiamme a bordo sono state domate, è stata trainata in alto mare evitando fuoriuscite di carburante. Il fumo denso era visibile da parecchi chilometri di distanza. “Dopo 2 giorni di intensa lotta contro il fuoco, le fiamme sono ora sotto controllo. Non è stata notata alcuna perdita di petrolio”, ha dichiarato la guardia costiera indiana, secondo la quale non c’è stata alcuna rottura strutturale, malgrado una vistosa crepa sotto la linea di galleggiamento. Le operazioni in oceano aperto sono state filmate dai militari della guardia costiera impegnati nello spegnimento.

Sembra scongiurato quindi il pericolo di una nuova marea nera, dopo il recente dramma che ha toccato l’isola di Mauritius lo scorso 25 luglio, quando una petroliera giapponese si è incagliata lungo le coste e ha iniziato rapidamente a rilasciare petrolio in mare e, dopo pochi giorni, si è spezzata in due sversando sulla barriera corallina gran parte del suo carico. Più di 1000 tonnellate di greggio finite in mare, che stanno sterminando delfini, balene, tartarughe, uccelli marini e molte altre specie.

Tags

Stefania Andriola

Lavoro in redazione da febbraio 2010. Mi piace definirmi “giornalista, scrittrice e viaggiatrice”. Adoro viaggiare, conoscere culture diverse; amo correre, andare in bicicletta, fare lunghe passeggiate ma anche leggere un buon libro. Al mattino mi sveglio sempre con un’idea: cercare di aggiungere ogni giorno un paragrafo nuovo e interessante al libro della mia vita e i viaggi riempiono le pagine che maggiormente amo. La meteorologia per me non è solo una scienza ma è una passione e un modo per ricordarmi quanto siamo impotenti di fronte alle forze della natura. Non possiamo chiudere gli occhi e dobbiamo pensare a dare il nostro contributo per salvaguardare il Pianeta. Bastano piccoli gesti.

Articoli correlati