Estero

Vulcano Taal scuote le Filippine: fulmini impressionanti, cenere verso Manila e rischio tsunami

Allerta elevata a grado 4, decine di migliaia di persone evacuate. Scuole chiuse domani a Manila. Dirottato il traffico aereo

L’improvvisa eruzione del vulcano Taal ha scosso le Filippine questa domenica. L’allerta è stata alzata da livello 3 a livello 4 (imminenti eruzioni pericolose) a causa dell’aumentare dell’attività eruttiva. La colonna di cenere ha raggiunto circa un chilometro di altezza, dando vita a scariche elettriche vulcaniche impressionanti, molto più potenti dei fulmini di un temporale.

L’Istituto di Vulcanologia e Sismologia filippino richiede l’immediata evacuazione dell’Isola del vulcano Taal e delle zone di Agoncillo e Laurel nella Provincia di Batangas, nella Regione del Calabarzon, per il rischio di pioggia di cenere vulcanica ma anche per il pericolo di tsunami all’interno del lago Taal.

Il vulcano Taal si trova a circa 60 chilometri di distanza a sud di Manila, capitale delle Filippine. Oggi circa 10.000 persone sono state evacuate a San NicolásBalete e Talisay. E’ uno stratovulcano che sorge al centro del lago Taal, nell’isola di Luzon. Il cratere del vulcano aveva un diametro di quasi 2 chilometri. Il lago creatosi all’interno del cratere era uno dei laghi più grandi su un’isola dentro a un lago in un’isola, in tutto il mondo. L’ultima eruzione rissale al 1977.

vulcano-taal-filippine

L’eruzione è stata accompagnata da terremoti di magnitudo M2.5 e M3.9. Ora cresce la preoccupazione anche per la colonna di cenere: il vento sta spingendo la cenere verso nord, verso Manila. Per questo nella giornata di domani tutte le scuole resteranno chiuse nella capitale. Dirottato il traffico aereo.

Le immagini dell’eruzione del vulcano Taal:

 

 

Tags

Silvia Turci

Ho conseguito una laurea specialistica in Comunicazione per l’Impresa, i media e le organizzazioni complesse all’Università Cattolica di Milano. Il mio percorso accademico si basa però sullo studio approfondito delle lingue straniere, nello specifico del francese, inglese e russo, culminato con una laurea triennale in Esperto linguistico d’Impresa. Sono arrivata a Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995) nel 2014 e da allora sono entrata in contatto con la meteorologia e le scienze del clima: una continua scoperta che mi ha fatto appassionare ogni giorno di più al mio lavoro.

Articoli correlati