InquinamentoItalia

Smog alle stelle al Nord, ma anche al Centro-Sud: Napoli è una cappa

L'inquinamento non molla la presa, valori di PM10 ancora oltre la soglia limite

Lo smog continua a non dare tregua alle città del Nord, ma anche in Campania e Lazio. I valori di PM10 giornalieri rimangono oltre la soglia limite per la salute umana nella città di Milano, dove anche nella giornata di venerdì 10 gennaio il PM10 è rimasto oltre la soglia limite di 50 µg/m3 , toccando un picco di 96 µg/m3 nella stazione di via Senato.

Non va meglio a Torino, dove dal 3 al 9 gennaio le stazioni di Torino Lingotto, Torino Rebaudengo e Torino Rubino hanno registrato valori di PM10 sempre oltre la soglia limite di 50 µg/m con un picco di 93 µg/m3 il 9 gennaio.

Anche Venezia è nella morsa dello smog, con valori di PM10 superiori alla soglia limite anche nell’ultimo bollettino dell’Arpa Veneto, relativo alla giornata del 10 gennaio. In particolare, nella stazione di via Tagliamento, si è registrato un valore di 69 µg/m3 .

Smog anche al Centro-Sud

L’inquinamento non interessa solo le regioni del Nord, dove comunque è molto più evidente e persistente. Livelli di PM10 oltre la soglia limite per la salute umana si registrano anche in Campania, in particolare nelle città di Benevento, Salerno e Napoli, dove si toccano picchi altissimi di smog con qualità dell’aria pessima.

Smog intenso anche nel Lazio. Frosinone dall’1 al 10 gennaio ha superato la soglia limite giornaliera di 50 µg/m3 per 9 giorni, Latina per 7 e Roma Tiburtina e Cinecittà per 8 giorni.

Tags

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati