ItaliaMeteo

Maltempo in Liguria: è allerta ROSSA

Massima allerta sulla Liguria di Levante, colpita da maltempo molto intenso

L’ondata di maltempo prevista sulla Liguria si è rivelata estremamente violenta e ha portato l’Arpa Liguria a modificare l’allerta meteo, che da arancione ora diventa rossa sulla zona C, ossia la zona del Levante che da Portofino va al confine con la Toscana. Dalla mezzanotte tornerà arancione fino alle 8 di domani mattina.

La valutazione degli effetti al suolo ha portato Arpal a modificare cosi l’allerta meteo:- Levante da Portofino al…

Pubblicato da Arpal su Domenica 3 novembre 2019

 

 

Domani il tempo sarà in miglioramento (solo temporaneamente), ma le condizioni del territorio italiano preoccupano ancora la Protezione Civile, che ha emesso l’allerta meteo arancione su tre regioni e gialla su 12.

Per la giornata di domani, 4 novembre, l’allerta meteo arancione di moderata criticità è stata diramata:

  • per rischio idraulico sulla Calabria (Versante Tirrenico Settentrionale) e sull’Emilia Romagna (Bacini emiliani occidentali);
  • per rischio temporali sulla Calabria (Versante Tirrenico Settentrionale);
  • per rischio idrogeologico sulla Calabria (Versante Tirrenico Settentrionale), sull’Emilia Romagna (Bacini emiliani occidentali) e sulla Liguria (Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Padani di Levante).

È allerta gialla nelle seguenti regioni:

  • per rischio idraulico su Calabria (Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Jonico Settentrionale, Versante Tirrenico Meridionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale), Emilia Romagna (Bacini emiliani centrali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale), Lazio (Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri, Aniene) e Molise (Frentani – Sannio – Matese, Alto Volturno – Medio Sangro);
  • per rischio temporali su Basilicata (Basi-C, Basi-A2, Basi-D), Calabria (Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Jonico Settentrionale, Versante Tirrenico Meridionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale), Emilia Romagna (Bacini emiliani centrali, Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale), Puglia (Tavoliere – bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, Salento, Bacini del Lato e del Lenne, Basso Fortore, Puglia Centrale Bradanica, Basso Ofanto, Sub-Appennino Dauno, Gargano e Tremiti, Puglia Centrale Adriatica), Sicilia (Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Nord-Orientale, versante ionico) e Veneto (Piave pedemontano, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Adige-Garda e monti Lessini, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Livenza, Lemene e Tagliamento, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Alto Piave);
  • per rischio idrogeologico su Abruzzo (Bacino dell’Aterno, Bacino Basso del Sangro, Marsica, Bacino Alto del Sangro), Basilicata (Basi-C, Basi-A2, Basi-D), Calabria(Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Jonico Settentrionale, Versante Tirrenico Meridionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale), Campania (Basso Cilento, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana, Alto Volturno e Matese, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Alta Irpinia e Sannio, Tusciano e Alto Sele, Piana Sele e Alto Cilento, Tanagro), Emilia Romagna (Bacini emiliani centrali), Friuli Venezia Giulia(Bacino dell’Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino di Levante / Carso, Bacino montano del Tagliamento e del Torre), Molise (Frentani – Sannio – Matese, Alto Volturno – Medio Sangro), Puglia (Tavoliere – bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, Salento, Bacini del Lato e del Lenne, Basso Fortore, Puglia Centrale Bradanica, Basso Ofanto, Sub-Appennino Dauno, Gargano e Tremiti, Puglia Centrale Adriatica), Sicilia (Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Nord-Orientale, versante ionico) e Umbria (Nera – Corno, Trasimeno – Nestore, Chiani – Paglia, Medio Tevere, Alto Tevere, Chiascio – Topino).

Elisabetta Ruffolo

Nata a Milano, classe 1989, ha intrapreso un primo percorso accademico presso la Facoltà di Scienze dei Beni culturali dell'Università degli studi di Milano, curricula orientata al mondo del cinema e dello spettacolo. In seguito, per acquisire gli strumenti necessari per una visione ad ampio raggio della società e dei sistemi politici e amministrativi, ha conseguito la Laurea in Economia & Management Pubblico presso la facoltà di Scienze Politiche. Grazie ad una esperienza lavorativa nel Venture Capital entra in contatto con il mondo dell’innovazione e delle start-up, conclude così il percorso accademico con un elaborato finale in diritto dell'Economia volto ad analizzare i risvolti della dottrina nel sistema delle imprese innovative dal titolo "La normativa europea sull'equity crowdfounding: Problemi e prospettive". Approda a Meteo Expert nel 2016, dove si occupa di coordinare le attività di divulgazione scientifica in ambito televisivo, radiofonico ed editoriale.

Articoli correlati