Politiche

Verso la Ministeriale del G7 l’intervento di Cingolani alla Camera: il punto su clima ed energia, “Club sul clima iniziativa ambiziosa”

Martedì 24 maggio il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani è intervenuto alla Camera per un’informativa urgente in vista del vertice del G7 su clima, ambiente ed energia che si è aperto oggi a Berlino.

Diversi i punti toccati da Cingolani nel suo discorso, che ha affrontato la tematica dell’energia e del relativo rapporto con la Russia, e ha commentato anche la proposta della Presidenza del G7 di costituire un “Club sul clima”.

«Quello che come Italia abbiamo evidenziato – ha detto il ministro – è che il solo rinnovato impegno unilaterale dei Paesi del G7 ad innalzare l’ambizione non è sufficiente. Occorre un richiamo forte, in particolare, a tutti i grandi emettitori (specie quelli che sono membri del G20) a presentare nuovi obiettivi di riduzione in linea con il mantenimento della temperatura globale a 1.5°C e con gli impegni adottati a Glasgow», ha aggiunto.

Cingolani si è mostrato favorevole all’iniziativa della Presidenza tedesca del G7, che ha proposto la costituzione di un “Club sul clima”, ha spiegato il ministro, «che non sia limitato solo ai Paesi del G7 ma sia esteso anche ad altri grandi emettitori del G20 e, più in generale, ad altri paesi – sia emergenti che in via di sviluppo – fortemente impegnati nella lotta al clima».

Si tratta di un’iniziativa «sicuramente ambiziosa», ha detto Cingolani, che «richiede uno sforzo diplomatico e tecnico non indifferente per mettere in piedi un tale complesso sistema di cooperazione e presenta, almeno al momento, alcune criticità sulla realizzabilità in tempi cosi ristretti». La proposta sarà infatti presentata nella Ministeriale di questi giorni a Berline e poi lanciata al summit dei leader del G7, in programma a giugno.

Nel corso dell’informativa alla Camera, Cingolani è entrato nel dettaglio su diversi aspetti legati al tema dell’energia, come il ruolo dell’idrogeno, la necessità di accelerare sulle rinnovabili e la graduale eliminazione dei sussidi alle fonti fossili.

Leggi anche:

G7, oggi inizia il vertice su clima ed energia: i temi sul tavolo

L’Australia vota per il clima e dà una lezione a tutto il mondo

La stagione degli uragani 2022 sarà più attiva del normale: sarebbe la settima di fila

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie