Primo Piano Meteo

Chanthu su Filippine e Taiwan: oltre 10 milioni di persone esposte al passaggio del tifone

Le Filippine sono alle prese con due intensi cicloni, Conson (ora una tempesta tropicale) e Chanthu (un potente tifone di categoria 4). Nel complesso il tifone Chanthu (“Kiko”) avrà conseguenze potenzialmente molto pericolose su una zona abitata da oltre 10 milioni di persone.

La tempesta Conson ha già provocato non pochi disagi, 3 morti e 31 dispersi, inclusi dei pescatori. Secondo il Consiglio di gestione e riduzione del rischio di disastri naturali delle Filippine la tempesta Conson, transitata proprio sull’isola principale di Luzon, ha interessato oltre 83 mila persone nella città di Manila e in altre 5 province, con evacuazioni forzate per oltre 10 mila persone.

Ma il pericolo non è ancora terminato. La tempesta Conson non ha fatto in tempo ad allontanarsi che già un nuovo intenso tifone si sta avvicinando proprio in queste ore all’isola di Luzon. Chanthu (chiamato “Kiko” dal servizio meteo filippino), fino a ieri un super-tifone, paragonabile ad un uragano di categoria 5, si è solo parzialmente indebolito: oggi è un tifone di categoria 4, con venti a 250 km/h e raffiche ad oltre 300 km/h. L’impatto più intenso è atteso nel nord-est dell’isola di Luzon e nelle isole più a nord della provincia di Batanes, dove è stata diramata un’allerta 3 per venti forti (su una scala da 1 a 5).

Sono attese pogge molto intense, anche torrenziali, con probabili diffusi di allagamenti, alluvioni lampo e frane, specie nelle zone maggiormente a rischio. I venti del tifone potranno provocare danni alle infrastrutture, e le onde sollevate dall’intenso ciclone potranno raggiungere i 3-5 metri di altezza lungo le coste settentrionali di Luzon, insieme a un’onda di tempesta che potrebbe far alzare il livello del mare fino a 2 metri. Come conferma l’ultimo bollettino del servizio meteo nazionale, le onde in mare aperto, al largo del settore settentrionale dell’isola, potranno addirittura raggiungere i 10 metri di altezza.

L’impatto dell’occhio di Chanthu sulla terraferma, però, è previsto sull’isola di Taiwan. Il tifone dovrebbe raggiungere Taiwan nella notte tra sabato 11 e domenica 12, e dovrebbe percorrere da sud verso nord tutta l’isola, con effetti potenzialmente devastanti.

Nel complesso il tifone Chanthu (“Kiko”) avrà conseguenze su una zona abitata da oltre 10 milioni di persone. Saranno circa 3,5 milioni le abitazioni direttamente esposte al passaggio del potente tifone, con un potenziale di oltre 650 miliardi di dollari di danni alle infrastrutture.

Fonte DisasterAlert
Leggi anche:

Estate 2021 in Italia: la seconda più calda al Sud, e la più siccitosa in assoluto al Nord-Est

Enorme chiazza di petrolio al largo della Louisiana: è colpa dell’uragano Ida

Stato del Clima, 2020 anno nero: gas serra mai così elevati e caldo protagonista

 

Silvia Turci

Ho conseguito una laurea specialistica in Comunicazione per l’Impresa, i media e le organizzazioni complesse all’Università Cattolica di Milano. Il mio percorso accademico si basa però sullo studio approfondito delle lingue straniere, nello specifico del francese, inglese e russo, culminato con una laurea triennale in Esperto linguistico d’Impresa. Sono arrivata a Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995) nel 2014 e da allora sono entrata in contatto con la meteorologia e le scienze del clima: una continua scoperta che mi ha fatto appassionare ogni giorno di più al mio lavoro.

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie