Primo Piano Meteo

Due possibili tifoni sul Pacifico, Conson e Chanthu su Filippine e Taiwan

Sul Pacifico occidentale sono attive al momento due tempeste, Conson e Chanthu che minacciano Filippine, Taiwan e Cina.

La prima è attiva sulle Filippine e nella giornata di mercoledì 8 dovrebbe transitare proprio sopra Manila. Nelle prossime ore Conson potrebbe intensificarsi, per un breve periodo di tempo, fino a diventare un tifone di categoria 1, con venti medi ad oltre 120 km/h. Ma, transitando sulle terre emerse, Conson difficilmente manterrà la sua potenza, andando così ad indebolirsi progressivamente. Una volta però raggiunto di nuovo il mare aperto, non si esclude una nuova intensificazione di Conson, che potrebbe tornare intenso come un tifone di categoria 1 prima di raggiungere domenica la Cina (isola di Hainan) e successivamente il Vietnam.

Sono attese piogge molto intense, venti forti e un’onda di tempesta alta fino a 1 metro lungo le coste delle province di Samar e Masbate. Piogge forti potrebbero provocare frane, smottamenti e allagamenti diffusi anche nelle zone più abitate.

Chanthu invece potrebbe diventare un tifone più intenso: entro venerdì 10, infatti, i venti medi potrebbero superare i 190 km/h, con raffiche anche superiori, che classificherebbero Chanthu come un tifone di categoria 3. Stando alle ultime proiezioni dei modelli, tra sabato e domenica Chanthu dovrebbe raggiungere Taiwan, lungo i settori più meridionali, e la provincia di Batanes (Filippine).

Chanthu è sotto costante monitoraggio e non si esclude l’impatto con la terraferma, che potrebbe essere localmente devastante. Il tifone dovrebbe restare intenso come un uragano di categoria 2 o 3, con conseguenze potenzialmente letali. Le piogge forti potrebbero provocare allagamenti diffusi, frane e smottamenti, i venti potrebbero abbattere alberi e costruzioni, le mareggiate allagare le zone costiere.

Leggi anche:

Francia, esplode il CALDO SETTEMBRINO: fino a 36°C! Diversi RECORD: i dati

L’occhio dell’uragano Larry è enorme: il diametro misura come da Roma a Pescara

Enorme chiazza di petrolio al largo della Louisiana: è colpa dell’uragano Ida

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie