ScienzaSpazioTecnologia e innovazione

Arktika-M e Amazonia-1, due nuovi satelliti in orbita: ecco cosa faranno

Amazonia-1 è il primo satellite interamente progettato e realizzato dal Brasile e si occuperà di monitorare lo stato di deforestazione della regioni amazzonica

La Russia e il Brasile mandano in orbita due nuovi satelliti, rispettivamente Arktika-M e Amazonia-1. Il primo, Arktika-M, è stato progettato per monitorare il clima e l’ambiente nella regione artica, spiega l’agenzia spaziale russa Roscosmos. Il razzo Soyuz, con a bordo il satellite russo, è decollato ieri dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan.

L’agenzia russa spiega che il sistema di monitoraggio sarà completo con il lancio di un altro satellite, che avverrà nel 2023. I due satelliti offriranno una sorveglianza permanente, in qualsiasi condizione atmosferica, della superficie terrestre e dei mari dell’Oceano Artico.

Amazonia-1, il primo razzo brasiliano: monitorerà la deforestazione

L’Amazonia-1, primo satellite interamente progettato e realizzato dal Brasile, è partito dal Centro Spaziale Satish Dhawan, in Sriharikota, insieme ad altri 18 satelliti, 15 americani e 5 indiani.

Amazonia-1, fa sapere l’Indian Space Research Organisation, è un satellite ottico di osservazione che fornirà dati sullo stato di deforestazione nella regione amazzonica nonché un’analisi dell’agricoltura diversificata sul territorio brasiliano. Il satellite è in grado di catturare immagini con un’ampiezza di 850 km per 60 metri di risoluzione.

Leggi anche:

Amazzonia vendesi: scoperto un traffico illegale su Facebook

Cambiamenti climatici, l’Antartide perde ghiaccio sempre più velocemente

Clima, non ci stiamo impegnando abbastanza. L’Onu avverte: è «allarme rosso»

Il mare è a rischio, ma possiamo ancora salvarlo: il piano in 10 fasi del World Economic Forum

Gli aggiornamenti di IconaMeteo:

PRIMAVERA meteorologica al via OGGI! le cose da sapere

Meteo: marzo al via all’insegna del sole, ma ci sono cambiamenti in vista

Dopo un avvio mese MITE, dal 5 marzo possibile IRRUZIONE FREDDA

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie