Clima e mercati finanziariPoliticheRipartenza ecologica

Coronavirus, dall’ONU l’appello: «i soldi dei contribuenti non finanzino l’inquinamento»

Sulla stessa linea Angela Merkel: «i programmi di recupero tengano sempre d'occhio il clima»

Il segretario generale dell’ONU António Guterres ha detto che, con le politiche che saranno messe in atto per uscire dalla crisi del Coronavirus, i governi non dovrebbero utilizzare il denaro dei contribuenti per finanziare le società di combustibili fossili e le industrie inquinanti. Al contrario, ha sottolineato Guterres, dovrebbero essere pensati dei pacchetti di salvataggio economico per le imprese che riducono le emissioni di gas serra e creano posti di lavoro sostenibili.

Il segretario generale dell’ONU è intervenuto in un incontro virtuale di oltre 30 governi sulla crisi climatica, il Petersberg Climate Dialogue, e parlando delle misure da adottare dopo la pandemia del Coronavirus ha affermato che «laddove il denaro dei contribuenti viene utilizzato per salvare le imprese, deve creare posti di lavoro verdi e una crescita sostenibile e inclusiva». I soldi dei contribuenti, ha aggiunto Guterres, non devono salvare le industrie obsolete, inquinanti e ad alta intensità di carbonio».

L’incontro, che si è concluso martedì, era guidato dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, che ha fatto suo l’appello di Guterres: «è importante – ha sottolineato – che i programmi di recupero tengano sempre d’occhio il clima. Non dobbiamo evitare il clima, ma investire nelle tecnologie climatiche».

Il segretario dell’ONU ha chiesto ai governi anche un maggiore impegno per la riduzione delle emissioni e investimenti più corposi. «I fondi pubblici dovrebbero investire nel futuro confluendo in settori e progetti sostenibili che aiutino l’ambiente e il clima – ha detto -. I sussidi per i combustibili fossili devono finire e il carbonio deve avere un prezzo in modo che gli inquinatori paghino il loro inquinamento».

Leggi anche:

Coronavirus ed economia: i programmi per la ripresa ci pongono davanti a un bivio

Per evitare nuove pandemie dobbiamo proteggere l’ambiente

Covid-19 e cambiamento climatico? Le risposte dell’OMS

Valeria Capettini

Nata a Milano nel 1991, mi sono laureata in Lettere moderne per poi conseguire una laurea magistrale in Comunicazione. Sono iscritta all'Albo dei Giornalisti della Lombardia. Nel 2016 sono entrata a far parte della squadra di Meteo Expert, allora conosciuto come Centro Epson Meteo: un'esperienza che mi ha insegnato tanto e mi ha permesso di avvicinarmi al mondo della climatologia lavorando fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore.

Articoli correlati

Back to top button