EnergiaEuropaNotizie MondoPolitiche

Rinnovabili, l’Europa potrebbe alzare l’asticella dell’ambizione per abbandonare i combustibili fossili della Russia

La Commissione Europea al lavoro per valutare la possibilità di passare dal 40 al 45 per cento di energia rinnovabile come obiettivo al 2030

Spinta dalla necessità di rendersi indipendente dai combustibili fossili della Russia, l’Europa potrebbe aumentare l’ambizione sull’energia rinnovabile. Secondo le informazioni diffuse dall’agenzie Reuters, infatti, la Commissione Europea sarebbe al lavoro per valutare la possibilità che l’Europa raggiunga una quota del 45 per cento di energia rinnovabile entro il 2030, mentre attualmente l’obiettivo è fermo al 40 per cento.
«Stiamo lavorando a pieno ritmo», ha assicurato la vicedirettrice generale del dipartimento energia della Commissione, Mechthild Woersdoerfer, sottolineando l’importanza di valutare l’ipotesi «nel contesto dell’aumento dei prezzi dell’energia».

Nel 2020, il 22 per cento del consumo finale lordo di energia dell’UE è derivato da fonti rinnovabili come l’eolico, il solare e la biomassa. Le differenze tra i diversi paesi membri sono significative, e per esempio la Svezia aveva già superato la soglia del 50 per cento mentre in Lussemburgo si era ancora sotto il 10 per cento.

energia europa eolico rinnovabili
Foto Unsplash

L’obiettivo di arrivare al 40 per cento di energia rinnovabile nel 2030 era stato proposto dalla Commissione europea nel 2021, e la possibilità di puntare al 45 per cento dipenderà dai negoziati tra gli Stati membri e nel Parlamento europeo.

Secondo quanto riporta Reuters, l’obiettivo del 45% ha già il sostegno del negoziatore capo dell’assemblea dell’UE e di gruppi del settore delle energie rinnovabili come SolarPower Europe, sebbene l’industria abbia esortato Bruxelles a fare di più per sbloccare i ritardi nelle autorizzazioni.

Per approfondire:

Crisi energetica: le 10 proposte di Greenpeace, WWF e Legambiente per liberarsi dal gas russo

Energia, l’Italia potrà sostituire il gas dalla Russia in 3 anni, ma la politica deve fare di più sulle rinnovabili

Energia, la transizione verso le rinnovabili parte dai Comuni: il caso di Montalto di Castro

Per il mese di maggio è attesa la pubblicazione del piano della Commissione per abbandonare i combustibili fossili russi entro il 2027: Bruxelles stima che triplicare la capacità eolica e solare dell’UE entro il 2030 potrebbe far risparmiare 170 miliardi di metri cubi di gas all’anno.

Woersdoerfer ha affermato che il piano includerà una proposta per facilitare l’ottenimento dei permessi per i progetti di energia rinnovabile.

Le ultime notizie:

Crisi climatica, riscaldamento globale verso i 2 gradi: si decide tutto in questo decennio

Olimpiadi Milano-Cortina, preoccupa l’impatto ambientale

Cambiamento climatico, ora si produce vino anche in Norvegia

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie