EnergiaEuropa

Fotovoltaico: l’Europa finanzia un enorme impianto a Catania

Il progetto comporterà un aumento della capacità di produzione di 15 volte, fino a 3 GW l’anno dagli attuali 200 MW: sarà il più grande impianto europeo per la produzione di moduli fotovoltaici bifacciali ad alte prestazioni su scala gigawatt

Il fotovoltaico in Italia vedrà una grande spinta in avanti. La Commissione Europea, nell’ambito del progetto EU Innovation Fund, ha infatti finanziato, tra gli altri, anche un grande progetto sul fotovoltaico in Italia. Si tratta di Tango, un impianto di dimensioni industriali per la produzione di moduli fotovoltaici innovativi, sostenibili e ad alte prestazioni nella fabbrica di pannelli solari 3Sun di Enel Green Power a Catania.

L’investimento totale per l’espansione della fabbrica ammonta a circa 600 milioni di euro, di cui all’impegno di EGP si aggiungerà un finanziamento dell’UE per quasi 118 milioni di euro. Il progetto comporterà un aumento della capacità di produzione di 15 volte, fino a 3 GW l’anno dagli attuali 200 MW. Si prevede che la fabbrica da 3 GW entri a pieno esercizio entro luglio 2024, dopo l’avvio con i primi 400 MW di capacità a settembre 2023.

3Sun sarà così il più grande impianto europeo per la produzione di moduli fotovoltaici bifacciali ad alte prestazioni su scala gigawatt. Si prevede la creazione di circa mille posti di lavoro diretti e indiretti entro il 2024.

Fotovoltaico: si potrà evitare l’acquisto di quasi 1,2 miliardi di metri cubi di gas l’anno, sostituiti da energia rinnovabile di produzione nazionale.

Dopo il nuovo capitolo del report IPCC dove emerge la necessità assoluta di ridurre l’uso globale di carbone del 75% entro il 2030 per arrivare a limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi, questa notizia è importante e ci fa ben sperare per il futuro anche se, sulle rinnovabili, siamo ancora molto indietro e imbrigliati in una burocrazia che rallenta tutto.

I 3 GW dei pannelli prodotti ogni anno dalla Gigafactory – si legge in una nota di Enel Energia- possono generare fino a circa 5,5 TWh di energia elettrica da rinnovabili l’anno che, dal punto di vista della sostenibilità, possono evitare l’equivalente di fino a quasi 25 milioni di tonnellate di CO2 nei loro primi dieci anni di attività. Allo stesso modo, la produzione generata dai pannelli della Gigafactory ha il potenziale di evitare l’acquisto di quasi 1,2 miliardi di metri cubi di gas l’anno, sostituiti da energia rinnovabile di produzione nazionale.

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie