AtmosferaEstero

Australia, il fumo degli incendi ha raggiunto il Sud America

Il fumo ha percorso circa 10 mila chilometri fino a raggiungere i cieli di Cile e Argentina

La densa coltre di fumo sprigionato dagli ultimi devastanti incendi che stanno colpendo l’Australia sud-orientale si sta dirigendo verso il Sud America. Dai satelliti geostazionari è possibile distinguere chiaramente la fitta scia di fumo, che ora si estende per circa 3.000 chilometri fino alle acque dell’Oceano Pacifico meridionale. Ad oggi questa nube di fumo ha percorso circa 5.500 chilometri in balia delle correnti atmosferiche che la spingono verso il Sud America.

La "nuvola" di fumo dal satellite Nasa del 7 gennaio 2020
La “nuvola” di fumo dal satellite Nasa del 7 gennaio 2020

Il fumo dei roghi scoppiati in Australia nei giorni precedenti, però, ha già raggiunto il Sud America, lontano 10 mila chilometri. La conferma arriva dalle rilevazioni satellitari della NASA sull’aerosol index che indica la presenza in atmosfera di particelle sospese capaci di assorbire gli UV: può trattarsi di pulviscolo o, come in questo caso, di fumo.

Tags

Silvia Turci

Ho conseguito una laurea specialistica in Comunicazione per l’Impresa, i media e le organizzazioni complesse all’Università Cattolica di Milano. Il mio percorso accademico si basa però sullo studio approfondito delle lingue straniere, nello specifico del francese, inglese e russo, culminato con una laurea triennale in Esperto linguistico d’Impresa. Sono arrivata a Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995) nel 2014 e da allora sono entrata in contatto con la meteorologia e le scienze del clima: una continua scoperta che mi ha fatto appassionare ogni giorno di più al mio lavoro.

Articoli correlati