Notizie MondoPoliticheTerritorio

La Groenlandia ha vietato la ricerca di petrolio

Il governo della Groenlandia ha deciso di fermare lo sfruttamento delle risorse petrolifere

Si fermano le attività petrolifere in Groenlandia. La decisione è stata presa quest’estate dal governo di sinistra che si è insediato in aprile. In una nota diffusa dall’Associated Press, il governo guidato da Múte Bourup Egede ha detto che la scelta è stata un «passo naturale» e che si tratta di una svolta indispensabile per far fronte alla crisi climatica.

Foto: Visit Greenland

«Il futuro non è nel petrolio», ha detto l’esecutivo assicurando di «prendere seriamente la crisi climatica».
Finora la ricerca di petrolio nell’isola, nella parte più settentrionale dell’Oceano Atlantico, non è risultata molto redditizia, ma secondo delle stime dell’istituto geologico degli Stati Uniti in Groenlandia si troverebbe circa un quinto delle riserve petrolifere ancora non sfruttate del Pianeta.

Leggi anche:

Vertice sul clima in vista della COP26, nuova fumata nera per lo stop al carbone

Clima e transizione energetica, +8 milioni di posti di lavoro entro il 2050

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie