Notizie Mondo

Neve e gelo sul Medio Oriente, situazione tragica in Siria

Drammatica la testimonianza di Nicolò Govoni, fondatore di Still I Rise: «l’inverno in Siria è l’inferno in Terra»

Un’ondata di forte maltempo ha travolto il Medio Oriente negli ultimi giorni, portando anche neve e gelo in molte zone.

Estremamente abbondanti le nevicate che hanno raggiunto la Turchia, dove la neve ha imbiancato anche Istanbul e ha fatto registrare accumuli eccezionali nelle zone più interne del Paese.

In alcune zone la situazione è particolarmente critica. È emergenza in particolare nelle aree della Siria già devastate dalla tragedia della guerra: neve e gelo hanno colpito duramente anche i campi profughi del Paese, rendendo ancora più drammatiche le condizioni dei loro abitanti.

A lanciare l’allarme anche l’italiano Nicolò Govoni, Presidente della non-profit Still I Rise, che ha fatto sapere che, per la prima volta dalla sua fondazione, è stato necessario chiudere la scuola gestita dall’organizzazione.

«La situazione nei campi ha raggiunto il punto di rottura», scrive Govoni: «bufere di neve e acquazzoni gelidi. Temperature sotto lo zero. Campi inondati. 41 mila persone colpite dalle intemperie, oltre 4000 tende danneggiate. Un bambino morto schiacciato quando la sua tenda battuta dalle piogge gli è crollata addosso».

«L’inverno in Siria è l’inferno in Terra», commenta:

Gli aggiornamenti meteo per l’Italia:

Italia nella morsa del MALTEMPO: rischio NUBIFRAGI e venti di burrasca

Vento di BURRASCA e ONDE di 5-6 metri: le zone più a rischio

FORTE MALTEMPO sull’Italia, scatta l’ALLERTA ARANCIONE

Gli approfondimenti di IconaClima:

Inquinamento, la Pianura Padana è tra le zone con la più alta mortalità in Europa: i dati e i fattori in gioco

Clima, il 2021 sarà un anno di appuntamenti cruciali

Scoperto il legame fra ondate di freddo estremo e cambiamenti climatici

Valeria Capettini

Nata a Milano nel 1991, mi sono laureata in Lettere per poi conseguire una laurea magistrale in Comunicazione. Dal 2021 sono iscritta all'Albo dei Giornalisti della Lombardia. Nel 2016 sono entrata a far parte della squadra di Meteo Expert: un'esperienza che mi ha insegnato tanto e mi ha permesso di avvicinarmi al mondo della climatologia lavorando fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore. La crisi climatica avanza, con conseguenze estremamente gravi sull’economia, sulla sicurezza e sulla vita stessa di un numero sempre maggiore di persone. Un'informazione corretta, approfondita e affidabile è più che mai necessaria.

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie