Primo Piano Meteo

Settimana sotto l’alta pressione: niente pioggia al Nord fino a fine gennaio

La settimana sarà ancora condizionata dall’anticiclone che da giorni staziona sull’Europa occidentale, bloccando l’arrivo di perturbazioni atlantiche. Poche le piogge in arrivo, dunque, che saranno concentrate soprattutto al Sud. Al Nord, dunque, prosegue il lungo periodo di siccità: almeno fino alla fine di gennaio, infatti, non si prevede l’arrivo di perturbazioni e di piogge consistenti.

Alta pressione ancora protagonista: prosegue la siccità al Nord

Martedì tempo in miglioramento sul medio Adriatico e al Sud dove le schiarite prevarranno su pochi annuvolamenti residui e variabili. Cielo sereno o poco nuvoloso anche nel resto del Centrosud, in Romagna e lungo le Alpi, specie quelle di confine. Sul resto del Nord iniziale presenza di strati nubi basse, associate a qualche nebbia sporadica all’alba. In giornata questa nuvolosità tenderà comunque a diradarsi progressivamente; nuvole un po’ più insistenti nel settore ligure. Nella notte successiva possibile formazione di nebbie in Val Padana.

Temperature minime in calo nel settore peninsulare e in Sicilia; massime per lo più in lieve calo al Nord, nelle regioni tirreniche e in Sicilia; valori ancora sotto le medie al Sud e in Sicilia. Venti settentrionali in attenuazione, ancora moderati sul medio e basso Adriatico e Puglia, fino a tesi sullo Ionio. Altrove ventilazione debole. Mari: fino a localmente molto mosso lo Ionio, mossi il basso Adriatico, localmente anche il medio Adriatico e i canali delle Isole, calmi o poco mossi i restanti bacini.

Mercoledì al Nord tempo prevalentemente soleggiato su Alpi e Prealpi; in pianura e sulla Liguria cieli grigi per strati bassi e nebbie, più persistenti sul settore occidentale. Al Centro cielo molto nuvoloso in Toscana, sull’Umbria e sul Lazio centro settentrionale, con possibili pioviggini sulla Toscana; tempo parzialmente soleggiato sulle regioni adriatiche. Al Sud cielo sereno o poco nuvoloso in Campania; nuvolosità variabile sulle altre regioni e sul nord della Sicilia. In Sardegna sarà presente nuvolosità bassa sul settore occidentale dell’isola.

Temperature in aumento sulle regioni centro meridionali e sulle isole; in lieve calo sulla pianura padana. Venti da deboli a moderati occidentali o di maestrale sulle isole, sul basso mar Tirreno e sul mare Ionio; per lo più deboli altrove. Mari: mossi o localmente molto mossi mare di Sardegna, basso Tirreno; mossi Ionio, canale di Sicilia, basso mar Ligure; in prevalenza poco mossi gli altri bacini.

Giovedì sarà ancora una giornata di tempo stabile, con la probabile formazione di nebbie e nubi basse sulle pianure del Nord e nelle valli del Centro. Il cielo sarà tra sole e nuvole sull’Italia, salvo la presenza di qualche nuvola in più tra Sicilia e Calabria, associata a deboli piogge. Le temperature tenderanno ad aumentare, salvo nelle zone interessate dalle nebbie.

I modelli fisico-matematici vedono il ritorno di un po’ di instabilità nella giornata di venerdì. Anche questa volta sembrerebbero maggiormente interessate dal rapido peggioramento le regioni centro-meridionali, mentre il Nord sembra restare nel campo di influenza dell’alta pressione. Per le regioni del Nord, quindi, si conferma una nuova settimana senza piogge di rilievo, e quindi il proseguimento del periodo di siccità.

Leggi anche:

L’Indonesia cambia la capitale: è colpa della crisi climatica

Il nucleare contro la crisi climatica? Prospettive e possibili strategie

Coprire i ghiacciai non significa salvarli: la lettera degli scienziati

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie