Primo Piano Meteo

Siccità a oltranza per il Nord: per diversi giorni rimarrà ancora a secco

La siccità sempre destinata a durare ancora diversi giorni al Nord. Febbraio dovrebbe proseguire con assenza di perturbazioni sulle regioni settentrionali secondo gli ultimi aggiornamenti meteo.

Nella giornata di mercoledì la perturbazione nr 7 di gennaio abbandonerà l’Italia consentendo un generale e più deciso miglioramento del tempo: avremo ancora un po’ di variabilità al Sud e sulla Sicilia con le ultime sporadiche e brevi precipitazioni sulla Puglia e nell’estremo sud della Calabria. Lungo le Alpi di confine nevicherà copiosamente nella prima parte della giornata, successivamente i fenomeni tenderanno ad esaurirsi. Per il resto il tempo sarà soleggiato salvo il passaggio di nuvolosità ad alta quota al Nord e qualche annuvolamento sulla Sardegna occidentale. I venti settentrionali tenderanno ad attenuarsi pur soffiando ancora moderati o tesi di Maestrale al sud e sulle Isole con forti raffiche su mare di Sardegna canali delle Isole e mar Ionio che resteranno molto mossi o agitati.
Raffiche di vento da nord anche nelle Alpi e nelle vallate con episodi di Foehn sulle vicine pianure.

Siccità a oltranza per il Nord: l’evoluzione per la seconda parte della settimana

L’evoluzione per la seconda parte della settimana risulta ancora molto incerta: le attuali proiezioni mostrano una distensione dell’alta pressione verso l’area mediterranea con le perturbazioni atlantiche costrette a sfilare a Nord delle Alpi. Una di queste tuttavia (la numero 1 di febbraio) potrebbe coinvolgere l’Italia in forma piuttosto blanda tra venerdì e sabato ma con effetti molto scarsi in termini di eventuali precipitazioni, ancora tutti da valutare, e comunque concentrati sulle regioni peninsulari.

La massa d’aria umida in risalita dai mari occidentali della Penisola causerebbe un addensamento delle nubi e qualche pioviggine sulle regioni tirreniche già a partire da venerdì. In ogni caso la circolazione che si profila per la prima decade di febbraio rischia di rimanere decisamente sfavorevole al ritorno di piogge e nevicate sulle regioni settentrionali dove dunque la siccità potrebbe proseguire fino al 9-10 febbraio.
Dal punto di vista termico nessuna nuova irruzione fredda in vista a partire dal 3 febbraio con temperature nella norma o in qualche caso anche sopra, specialmente al Nord.

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie