ClimaGhiacciSalute del pianeta

La Groenlandia sta fondendo

In meno di una settimana perse 2 miliardi di tonnellate di ghiaccio

Cosa può succedere quando fa più caldo del normale? In particolare, cosa può succedere quando fa più caldo in un ecosistema delicato come quello della Groenlandia? Quando ci sono anomalie di temperatura positiva che arrivano a +22°C rispetto alla media climatica, quello che può succedere è di trovarsi di fronte ad una foto che ha l’aspetto di un fotomontaggio. Ma che, invece, è realtà.

Foto del ricercatore Steffen Olsen, dell’Istituto meteorologico danese – 14 giugno 2019

Pochi giorni fa, il ricercatore danese Steffen Olsen si è limitato a fare una scatto durante una spedizione per recuperare l’attrezzatura di una stazione di rilevamento meteo nel Nord-Ovest della Groenlandia sul ghiaccio marino ormai allagato, nel mezzo di un’insenatura chiamata Inglefield Bredning.

Superficie dei ghiacci in fusione – National Snow and Ice Data Center

Proprio in quei giorni l’Istituto Meteorologico Danese aveva annunciato che la stagione di fusione del ghiaccio era iniziata con un mese in anticipo rispetto alla normalità, con pochi segnali di rallentamento. I dati parlano chiaro: il 12 giugno 2019, oltre il 40% della superficie dell’Isola è andata in fusione, con 2 miliardi di tonnellate di ghiaccio persi in un solo giorno.

Questo andamento stabilisce un record per metà giugno, tuttavia non è la prima volta in cui si verifica un picco di fusione prematuro: ci sono già stati anni in cui la perdita del ghiaccio ha avuto picchi preoccupanti ad inizio stagione.

Ma – vale la pena notare – che questi episodi sono tutti molto recenti, a partire dal 2007, mentre non si è mai registrato nulla di simile prima del 2000.

L’andamento di fusione dei ghiacci – National Snow and Ice Data Center
Tags

Serena Giacomin

Fisica, con specializzazione in Fisica dell’Atmosfera. Meteorologa certificata di Meteo Expert, climatologa e presidente dell’Italian Climate Network, il movimento italiano per il clima. Conduce le rubriche meteo in onda sui canali Mediaset e tramite le principali radio nazionali. Oltre alle attività di analisi previsionale, è impegnata nel Progetto Scuole per portare meteo e clima tra i banchi dei bambini e dei ragazzi. Autrice del libro ‘Meteo che Scegli, Tempo che Trovi’.

Articoli correlati