ScienzaSpazio

L’ultima Superluna del 2020 prepara il suo spettacolo

Le tribù americane la chiamano "Luna dei fiori", in omaggio alle distese floreali del mese di maggio

L’ultima Superluna del 2020 prepara il suo spettacolo. L’appuntamento è per giovedì 7 maggio. I cieli italiani si preannunciano per lo più sereni, grazie alla decisa espansione dell’alta pressione. Quindi la meraviglia è assicurata. La luna si troverà a 366.824 km di distanza dalla Terra. Lo spettacolo sarà quindi meno appariscente rispetto all’ultima Superluna. Evento che si era verificato il 7 aprile scorso. Momento in cui il nostro satellite era ancora più vicino. Per la precisione, rispetto alla distanza che ci separerà giovedì, era 3.000 km più vicino. Per la precisione, giovedì prossimo, alle nostre 12:45, la Luna si troverà a 361.184 km di distanza dalla Terra, contro una media di 384.400 km. Giovedì, peraltro, il momento di massimo splendore sarà proprio all’ora di pranzo. Cosa che renderà, ovviamente, alquando difficoltoso l’avvistamento. Già in serata, comunque, quest’ultima Superluna del 2020 ci regalerà una visione stupenda. Per avere un altro spettacolo simile, dovremo attendere il 27 aprile del 2021.

L’ultima Superluna del 2020 prepara il suo spettacolo. Ma ci attendono anche altre meraviglie nel cielo

Questo mese di maggio ci offrirà comunque altre meraviglie. Le congiunzioni Luna-Saturno, per esempio. E poi le congiunzioni Luna-Giove. Transiterà poi la Cometa Atlas, le meteore Eta Aquaridi. E anche la Stazione Spaziale Intenzionale e i satelliti Starlink e le meteore Eta Aquaridi. In particolare, per la congiunzione Luna – Giove l’appuntamento è per il 12 maggio. La notte seguente sarà la volta di Luna-Saturno. All’alba del 15 maggio avremo Luna-Marte. Il 22 maggio, quindi, potremo vedere al tramonto Venere e Mercurio che tramontano insieme, a Nord-Ovest, nella costellazione del Toro. Da segnarsi in agenda il tramonto del 24 maggio, quando Luna, Mercurio e Venere si trovereanno tutti nella costellazione del Toro. Intanto prepariamoci alla Superluna del 7 maggio. La “Luna dei Fiori”, come viene chiamata dai nativi americani. Questo nome, alquanto suggestivo, deriva dal fatto che il mese di maggio abbonda di splendide fioriture. Si tratta di una denominzione data in particolare dalla tribù degli Algonchini, che abitavano gli attuali Usa di nord-est. Prepariamoci allo spettacolo. La Luna ci sembrerà davvero vicinissima.

Tags

Anna Maria Girelli Consolaro

Giornalista e conduttrice televisiva, Anna Maria dal febbraio 2010 lavora per Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995). Sin dall’infanzia è profondamente interessata e attratta da tutto quel che riguarda la natura e l’ambiente. Per questo, tra le sue grandi passioni, ci sono gli sport all’aria aperta e i viaggi. La sua attività giornalistica è sempre stata dedicata al settore delle eccellenze italiane e, su questo tema, ha condotto oltre 20 trasmissioni televisive, di cui è stata anche autrice. Moderatrice di convegni e conduttrice di eventi, per circa dieci anni Anna Maria ha scritto sulle pagine venete del Corriere della Sera.

Articoli correlati