Notizie dalle aziendeTecnologia e innovazione

La tecnologia satellitare raggiunge nuovi traguardi, il caso Iceye

La start-up finlandese è in grado di produrre immagini radar con risoluzione inferiore ad un metro

Iceye è una start-up di imaging che la scorsa settimana ha raggiunto un nuovo traguardo per la tecnologia satellitare: ha affermato di essere in grado di produrre immagini radar con una risoluzione inferiore ad un metro. 

E’ un traguardo sia in termini di raffinatezza che di crescita della piccola industria satellitare che va ad aprire il mercato ad un bacino sempre più numeroso di attori: dalle compagnie petrolifere ai sistemi di soccorso. Le informazioni sono particolarmente utili, possono essere rilevate indipendentemente dal tempo atmosferico: il processo di raccolta delle immagini ignora le nuvole a dispetto delle tradizionali immagini satellitari. 

Le Bahamas dopo il passaggio dell'uragano Dorian  Google earth - Iceye Satellite
Le Bahamas dopo il passaggio dell’uragano Dorian
Google earth – Iceye Satellite

Altra novità importante sta nelle dimensioni di questi satelliti, si tratta di satelliti di dimensioni significativamente inferiori rispetto ai satelliti tradizionali, Iceye per raggiungere questa nuova tecnologia si è servita delle tecniche avanzate di miniaturizzazione. Da una dimensione ridotta si trae il vantaggio di poter distribuire gli strumenti più rapidamente e in orbite più basse, ne consegue una copertura della zona d’osservazione più frequente (fino a due volte al giorno). Una maggior copertura dunque che soddisfa una fetta maggiore di domanda sul mercato.

Tags

Elisabetta Ruffolo

Nata a Milano, classe 1989, ha intrapreso un primo percorso accademico presso la Facoltà di Scienze dei Beni culturali dell'Università degli studi di Milano, curricula orientata al mondo del cinema e dello spettacolo. In seguito, per acquisire gli strumenti necessari per una visione ad ampio raggio della società e dei sistemi politici e amministrativi, ha conseguito la Laurea in Economia & Management Pubblico presso la facoltà di Scienze Politiche. Grazie ad una esperienza lavorativa nel Venture Capital entra in contatto con il mondo dell’innovazione e delle start-up, conclude così il percorso accademico con un elaborato finale in diritto dell'Economia volto ad analizzare i risvolti della dottrina nel sistema delle imprese innovative dal titolo "La normativa europea sull'equity crowdfounding: Problemi e prospettive". Approda a Meteo Expert nel 2016, dove si occupa di coordinare le attività di divulgazione scientifica in ambito televisivo, radiofonico ed editoriale.

Articoli correlati