ClimaVideo

Il Giappone è stato colpito dal tifone più potente almeno degli ultimi 60 anni

Piogge torrenziali e raffiche violentissime sul Giappone: l'impatto devastante del tifone Hagibis

Il Giappone è stato raggiunto ieri dal tifone Hagibis, il cui impatto si è purtroppo dimostrato in linea con le aspettative rivelandosi devastante, con piogge torrenziali e raffiche di vento estremamente intense. In queste ore il bilancio delle vittime continua ad aggravarsi: al momento si contano almeno 26 morti, ma ci sono ancora diversi dispersi.

Cosa ha reso il tifone Hagibis diverso dalla maggior parte delle tempeste che si abbattono sul Giappone?
Innanzitutto le sue dimensioni spaventose: il suo diametro copriva un’area immensa, ampia circa 1.400 km. Pessimo anche il tempismo della tempesta, che si è abbattuta sul Paese in un fine settimana di luna piena in cui il livello del mare era già più alto della media. Fuori dalla norma, poi, anche la potenza impressionante dei suoi venti, che hanno spazzato il Giappone con raffiche fino a 240 km orari.

giappone tifone
Foto: NASA

In vista dell’arrivo di Hagibis l’Agenzia Meteorologica Giapponese ha emesso un livello di allarme senza precedenti a Tokyo e nelle regioni adiacenti, annunciando «un’intensità nella distribuzione delle piogge che non si vedeva da decenni». Quasi 7 milioni di persone lungo l’isola principale dell’Honshu hanno ricevuto l’avviso precauzionale ad evacuare, i voli sono stati bloccati a terra e i treni sospesi. Anche alcuni servizi ferroviari nell’area metropolitana di Tokyo hanno ripreso a funzionare solo oggi.

Il tifone ora ha abbandonato il Giappone e, indebolito, è tornato a dirigersi verso l’oceano muovendosi in direzione nord-est. La traiettoria:

Tags

Valeria Capettini

Sono nata a Milano nel 1991 e sono da sempre appassionata di giornalismo e scrittura. Dal 2016 lavoro con Meteo Expert, un’esperienza che mi ha insegnato tanto e che mi ha permesso di avvicinarmi all’affascinante mondo della meteorologia e della climatologia, offrendomi l’eccezionale opportunità di lavorare fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore. Dopo essermi diplomata al liceo classico, nel 2014 mi sono laureata in Lettere moderne con una tesi sul Giornalismo e sul ruolo dei social media in questo mondo. Nel 2017 mi sono laureata in Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse con una tesi sulla brand personality.

Articoli correlati