EuropaTerritorio

Siccità in Germania, il Reno è sceso a livelli minimi per il periodo

Il mese di aprile potrebbe risultare il più secco dal 1881

Non solo l’Italia, anche la Germania sta vivendo un periodo caratterizzato dalla siccità. Il mese di Aprile, quasi giunto al termine, potrebbe diventare il mese più secco in assoluto dal 1881, con solo il 5% della pioggia normale. La mancanza di pioggia sta anche abbassando il livello del fiume Reno, uno dei fiumi più lunghi e importanti d’Europa.

Pochissima pioggia e tante ore di sole: le anomalie

Aprile dovrebbe essere uno dei mesi più piovosi dell’anno, ma quest’anno è caduto solo il 5% della pioggia che normalmente cade in questo periodo.

Fonte UFZ

Lo rivelano i dati del servizio meteorologico federale tedesco. A pochi giorni dalla fine del mese, aprile potrebbe diventare il mese più secco per la Germania dal 1881, ossia da quando sono iniziate le misurazioni. Meno piogge e meno nuvole: le ore di sole di Aprile stanno per raggiungere il record del 2007. Attualmente si contano ben 280 ore di sole nel mese, solo 9 in meno rispetto al record, ma mancano ancora alcuni giorni alla fine del mese.

Anche a marzo è caduta meno pioggia del solito. Secondo il bollettino di DWD a marzo è mancato all’appello poco più del 21% della pioggia rispetto alla media del periodo 1981-2010. Le ore di sole del mese scorso sono state superiori alla norma: secondo le statistiche la Germania ha ricevuto il 54,3% in più di sole rispetto alla media, il che rende il marzo di quest’anno il quarto più soleggiato dal 1951.

Secondo le previsioni meteo, la siccità potrebbe protrarsi anche a maggio. La poca pioggia attesa non sarà in grado di colmare il deficit anche perché sul cuore dell’Europa continuano ad arrivare ondate di caldo anomale che contribuiscono nel peggiorare la situazione. «Se a maggio non arrivasse più pioggia del normale, potremmo vivere un nuovo anno molto siccitoso», commenta al Strait Times Andreas Friedrich, meteorologo di DWD.

Il livello del fiume Reno è sceso ai minimi per il periodo

Come conseguenza la vegetazione, invece di essere verde e rigogliosa, appare di colore giallo. La siccità sta avendo ripercussioni anche sullo stato del fiume Reno, il cui livello è sceso ai minimi per il periodo. Secondo Bloomberg il Reno ha raggiunto il livello più basso per la fine di Aprile dal 2011.

livello reno

I livelli idrometrici del fiume sono scesi di circa 100 cm alla stazione di rilevamento di Kaub, fino a raggiungere i 115 cm. «Stiamo osservando livelli molto bassi per questo periodo dell’anno – commenta Florian Krekel a ICIS, portavoce dell’Autorità che controlla le Spedizioni sul Reno (WSA)-. La situazione è conseguenza di due fattori: innanzitutto nelle ultime 6 settimane è mancata gran parte della pioggia su gran parte del bacino idrografico, e in secondo luogo le Alpi hanno ricevuto poca neve durante l’inverno».

L’abbassamento del livello del fiume sta preoccupando anche per le ripercussioni che potrebbe avere sui trasporti. Il Reno infatti viene utilizzato da sempre per il trasporto di materiali e merci, che quindi avrebbero maggiori difficoltà a raggiungere la destinazione finale. Attualmente le navi non possono più viaggiare a pieno carico: il canale navigabile del settore centrale del Reno è profondo solo 220 cm.

A soffrirne è anche l’agricoltura. Durante il mese di aprile sono caduti in media solo 2 litri di pioggia per metro quadrato secondo il servizio meteo tedesco. Una quantità ben al di sotto della norma che per questo mese si attesta a 55 litri per metro quadrato. Si teme che la situazione possa protrarsi anche nei mesi estivi, e per la Germania sarebbe la terza estate consecutiva ad essere segnata dalla siccità.

Tags

Silvia Turci

Ho conseguito una laurea specialistica in Comunicazione per l’Impresa, i media e le organizzazioni complesse all’Università Cattolica di Milano. Il mio percorso accademico si basa però sullo studio approfondito delle lingue straniere, nello specifico del francese, inglese e russo, culminato con una laurea triennale in Esperto linguistico d’Impresa. Sono arrivata a Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995) nel 2014 e da allora sono entrata in contatto con la meteorologia e le scienze del clima: una continua scoperta che mi ha fatto appassionare ogni giorno di più al mio lavoro.

Articoli correlati