InquinamentoTerritorio

Inquinamento e disuguaglianze, non tutti sono colpiti allo stesso modo

Negli Stati Uniti c'è un grave problema di disuguaglianza legato all'inquinamento: un nuovo studio evidenzia come le persone di colore siano più esposte ad alti tassi di inquinanti

È ormai noto che tra le problematiche legate ai temi di clima e ambiente ci sono anche gravi ingiustizie e disuguaglianze che colpiscono le categorie più fragili.

Un nuovo studio ha analizzato in particolare la situazione in cui versano le minoranze etniche negli Stati Uniti, e il quadro che emerge delinea uno scenario di profonde disuguaglianze e ingiustizie. Nello specifico, i ricercatori si sono focalizzati sulla qualità dell’aria, scoprendo che le persone di colore sono esposte «in modo sproporzionato e sistematico» a un maggiore inquinamento atmosferico.

Lo studio, pubblicato su SicenceAdvances, denuncia come le minoranze etniche negli Stati Uniti siano esposte a più inquinamento proveniente da fonti molto diverse, come i veicoli e l’industria, ma perfino l’agricoltura, l’edilizia e addirittura i ristoranti. Dai risultati emerge come questa condizione colpisca in misura maggiore cittadini neri, ispanici e asiatici.

Come riporta il New York Times, il dottor Christopher W. Tessum, che ha guidato lo studio, ha commentato così i risultati della ricerca: «Ci aspettavamo di scoprire che solo un paio di fonti diverse fossero importanti per la disparata esposizione tra i gruppi etnici», ha detto, «ma quello che abbiamo scoperto invece è che quasi tutti i tipi di fonti che abbiamo esaminato hanno contribuito a questa disuguaglianza».

I ricercatori hanno analizzato in particolare l’esposizione al particolato sottile PM2.5, estremamente dannoso per la salute umana. Solo negli Stati Uniti è considerato responsabile di 85.000-200.000 morti premature, e provoca un numero spaventoso di vittime anche in Europa e in Italia.

Il contributo di ogni diversa fonte di inquinamento alla disuguaglianza di esposizione al PM2.5. Crediti: Tessum et al., Science Advances
Leggi anche:

Nei prossimi decenni circa 600 milioni di persone potrebbero essere esposte a lunghe ondate di caldo fino a 56 gradi

Belize, un sogno diventato realtà: gli ambientalisti salvano la foresta Maya

Il clima incide direttamente sulle aziende italiane: mentre le temperature aumentano, calano ricavi e fatturato. I settori più colpiti

 

Valeria Capettini

Nata a Milano nel 1991, mi sono laureata in Lettere moderne per poi conseguire una laurea magistrale in Comunicazione. Sono iscritta all'Albo dei Giornalisti della Lombardia. Nel 2016 sono entrata a far parte della squadra di Meteo Expert, allora conosciuto come Centro Epson Meteo: un'esperienza che mi ha insegnato tanto e mi ha permesso di avvicinarmi al mondo della climatologia lavorando fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore.

Articoli correlati

Back to top button