InquinamentoItalia

Smog, aria irrespirabile al Nord: i dati

Una ricerca di Humanitas ed Istituto dei Tumori ha evidenziato il legame tra inquinamento e aumento dei rischi cardiovascolari soprattutto in inverno

Lo smog è in costante aumento in questi primi giorni dell’anno, soprattutto nelle grandi città della Val Padana, a causa delle condizioni meteorologiche che favoriscono l’accumulo degli inquinanti nei bassi strati. Le concentrazioni di polveri sottili, in particolare il Pm10, sta superando la soglia di 50 µg/m³ a Milano, Cremona, Pavia, Torino, Alessandria. Valori elevati anche in Emilia Romagna e Veneto. Preoccupano anche i dati relativi ai livelli di Pm2.5 e di biossido di azoto uno dei gas più inquinanti e più pericolosi per la salute, prodotto principalmente dal settore dei trasporti, delle industrie e dai riscaldamenti). La situazione non migliorerà nei prossimi giorni, visto il perdurare delle condizioni meteo ideali per l’accumulo degli inquinanti nei bassi strati.

smog milano
Pm10 – media giornaliera relativa al 2 gennaio scorso. Fonte Arpa Lombardia

Intanto una ricerca condotta da ricercatori italiani di Humanitas e dell’Istituto Nazionale dei Tumori ha evidenziato come il PM10 sia in grado di aumentare, soprattutto sui soggetti più deboli, i rischi cardiovascolari fino all’88%. Con lo smog,insomma, ci si ammala di più. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica International Journal of Environmental Research and Public Health – “ha dimostrato che il rischio di accesso al pronto soccorso per eventi cardiovascolari acuti è associato all’aumento del particolato atmosferico, Pm10, secondo un andamento stagionale, più dannoso nel periodo autunno-inverno, ma anche più pericoloso nelle giornate con alte temperature atmosferiche. Inoltre, per la prima volta al mondo, la ricerca ha osservato l’associazione tra aumento del Pm10 e patologie cardiovascolari durante i picchi di epidemie influenzali”.

Leggi anche le recenti dichiarazioni del dott. Roberto Boffi, responsabile della Pneumologia e del Centro antifumo dell’IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati