ItaliaMeteo

Meteo, Italia nella morsa dell’inverno: 3 perturbazioni in una sola settimana. Temperature in picchiata

Freddo, forti venti, piogge e neve a bassa quota: ecco cosa ci aspetta nei prossimi giorni

Freddo intenso, maltempo e neve a bassa quota colpiranno gran parte delle nostre regioni, a causa di ben 3 perturbazioni che, fino al prossimo fine settimana, si avvicenderanno sull’Italia. Mentre nel corso della giornata di mercoledì un veloce cuneo di alta pressione favorirà un temporaneo miglioramento, già tra sera e notte il tempo peggiorerà al Centro Nord per il veloce passaggio di un altro sistema perturbato di origine atlantica, accompagnato da aria fredda sul Nord Italia. Una più intensa perturbazione, infine, raggiungerà l’Italia venerdì, associata a venti tempestosi occidentali, a piogge localmente intense e a possibili nevicate su parte del Nord fino a quote basse. Nel dettaglio: mercoledì al mattino ancora un po’ di nubi su medio Adriatico, regioni meridionali e Sicilia; qualche pioggia residua sul nord della Sicilia e sul nord-est della Calabria. Cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso altrove. Nel corso del giorno aumento della nuvolosità al Nord, a partire dalle regioni occidentali; ancora qualche annuvolamento all’estremo Sud e in Sicilia, ma senza fenomeni di rilievo. Tra sera e notte il veloce avvicinamento della perturbazione n. 4 di dicembre darà origine a locali deboli nevicate sulle Alpi, sopra 800 metri circa, a brevi episodi di pioggia su Liguria e Sardegna e, successivamente, in Toscana e sulle regioni nord-orientali. Nella notte non si escludono fiocchi fino a quote collinari in Emilia. Temperature in diminuzione. Venti deboli al Nord, tesi dai quadranti settentrionali al Centro-Sud, in attenuazione dal pomeriggio. Giovedì la perturbazione n. 4 di dicembre si allontanerà rapidamente dall’Italia: residue precipitazioni al mattino su estremo Nord-Est, Romagna, Marche settentrionali e Toscana. Piogge e rovesci fino al pomeriggio sulla Calabria tirrenica e sul nord della Sicilia. Intensi venti di Maestrale sulla Sardegna e sui mari centrali e meridionali. Temperature in calo al Nord-Est e al Centro. Venerdì sull’Italia giungerà la perturbazione atlantica n. 5, che sarà caratterizzata da venti tempestosi mediamente sud-occidentali, che richiameranno aria mite sulla Sardegna e sulle regioni peninsulari. Al Nord, invece, l’aria fredda resterà intrappolata nelle Valli alpine e sulla Val Padana. Probabili precipitazioni in gran parte del Paese, più intense sui settori alpini occidentali di confine e sulle zone interne del versante tirrenico: fenomeni anche abbondanti, soprattutto sul Lazio e in Calabria. Al Nord qualche fiocco di neve a quote anche molto basse. Lo scenario più probabile nel fine settimana vede un miglioramento del tempo al Centro-Nord. Ancora piogge sulla Calabria e sul nord della Sicilia. Domenica, invece, dovrebbe affermarsi un temporaneo campo di alta pressione con conseguente fase di tempo più stabile in tutta l’Italia.

 

Tags

Anna Maria Girelli Consolaro

Giornalista e conduttrice televisiva, Anna Maria dal febbraio 2010 lavora per Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995). Sin dall’infanzia è profondamente interessata e attratta da tutto quel che riguarda la natura e l’ambiente. Per questo, tra le sue grandi passioni, ci sono gli sport all’aria aperta e i viaggi. La sua attività giornalistica è sempre stata dedicata al settore delle eccellenze italiane e, su questo tema, ha condotto oltre 20 trasmissioni televisive, di cui è stata anche autrice. Moderatrice di convegni e conduttrice di eventi, per circa dieci anni Anna Maria ha scritto sulle pagine venete del Corriere della Sera.

Articoli correlati