Territorio

Consumo del suolo in continuo aumento, in Italia 135 mq di cemento per ogni neonato

Il consumo del suolo avanza al ritmo spaventoso di 2 mq al secondo

Il consumo del suolo avanza a ritmi impressionanti in Italia: la conferma arriva dall’ultimo rapporto pubblicato dall’Ispra, che ha reso noti dati davvero allarmanti. Nel 2019 ci siamo giocati 2 metri quadrati di natura al secondo.

L’edizione 2020 del rapporto ISPRA “Consumo del suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici” è stato presentato oggi a Roma e fa luce su come cemento e asfalto stiano continuando a divorare la natura italiana. Nel nostro Paese, fa sapere l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, «si nasce già con la propria porzione di cemento: 135 mq per ogni neonato».

A livello regionale, la maglia nera va al Veneto: che con +785 ettari è stata regione con il più elevato consumo del suolo nel 2019. Sul podio anche Lombardia (+642 ettari) e Puglia (+625), seguite dalla Sicilia (+611) e l’Emilia-Romagna (+404). Bene la Valle d’Aosta, che nell’ultimo anno ha impermeabilizzato solo 3 ettari di territorio classificandosi come la prima regione italiana vicina all’obiettivo “Consumo di suolo 0”.

consumo del suolo
Crediti: ISPRA

Tra le città i dati più preoccupanti sono quelli che arrivano dalla Capitale: con un incremento di suolo artificiale di 108 ettari Roma si conferma il comune italiano con la maggiore quantità di territorio trasformato in un anno (arrivando a 500 ettari dal 2012 ad oggi). Seguono Cagliari (+58 ettari in un anno) e Catania (+48 ettari).

È andata meglio a Milano, Firenze e Napoli, con un consumo inferiore all’ettaro negli ultimi 12 mesi (+125 ettari negli ultimi 7 anni a Milano, +16 a Firenze e +24 a Napoli nello stesso periodo). Torino, dopo la decrescita del 2018, nel 2019 ha ripreso a costruire, perdendo 5 ettari di suolo naturale.

consumo del suolo

Il rapporto completo sul consumo del suolo è consultabile a questo link.

Leggi anche:

Gli orsi polari potrebbero scomparire entro il 2100

Ghiacci groenlandesi in sofferenza: alto tasso di fusione in questa prima parte di stagione

Recovery fund e clima, gli ambientalisti: “svolta verde troppo debole”

Gli aggiornamenti da IconaMeteo:

In arrivo forti temporali e grandine. Le zone a rischio

Meteo: nel WEEKEND ultime piogge, coinvolto anche il SUD

GONZALO, la prossima TEMPESTA è in viaggio verso i Caraibi

Tags

Valeria Capettini

Sono nata a Milano nel 1991 e sono da sempre appassionata di giornalismo e scrittura. Dal 2016 lavoro con Meteo Expert, un’esperienza che mi ha insegnato tanto e che mi ha permesso di avvicinarmi all’affascinante mondo della meteorologia e della climatologia, offrendomi l’eccezionale opportunità di lavorare fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore. Dopo essermi diplomata al liceo classico, nel 2014 mi sono laureata in Lettere moderne con una tesi sul Giornalismo e sul ruolo dei social media in questo mondo. Nel 2017 mi sono laureata in Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse con una tesi sulla brand personality.

Articoli correlati