IniziativeVivere Green

Affrontare la crisi climatica con ostinato ottimismo: il libro degli artefici dell’Accordo di Parigi

Christiana Figueres e Tom Rivett-Carnac ci offrono uno strumento fondamentale per essere più consapevoli senza cadere nella trappola dell'allarmismo

È in uscita per Edizioni TLON il libro-manifesto “Scegliere il futuro. Affrontare la crisi climatica con ostinato ottimismo”, opera di Christiana Figueres e Tom Rivett-Carnac, due tra i principali artefici dell’Accordo di Parigi.

Spesso l’approccio mediatico rispetto alla crisi climatica è pervaso da un generale senso di pessimismo. Il risultato è una sorta di assuefazione al tema del climate change, come se fosse uno scenario futuro, già definito nella sua catastrofica realtà e comunque lontano da noi e dalle nostre scelte quotidiane.

Per scombinare queste false percezioni, sono scesi in campo due figure fondamentali che la battaglia contro la crisi climatica la combattono per davvero da anni.

Christiana Figueres ha ricoperto la carica di Segretario Esecutivo dell’UNFCCC (Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici) dal 2010 al 2016. Dopo il fallimento della conferenza di Copenhagen del 2009, è diventata responsabile dei negoziati internazionali sul cambiamento climatico, nel 2010 ha assunto la direzione dei negoziati internazionali culminati nello storico Accordo di Parigi del 2015, sottoscritto all’unanimità da 195 paesi.

Tom Rivett-Carnaca è un esperto di diplomazia internazionale, politiche energetiche e cambiamento climatico. Dal 2013 al 2016 è stato lo stratega politico della Segretaria Esecutiva dell’UNFCCC Christiana Figueres. Il suo operato è stato diretto a costruire un nuovo tipo di diplomazia collaborativa, capace di rompere l’impasse politica sui temi della finanza e dell’ambiente, attraverso nuove partnership e nuovi approcci. Ha ricoperto l’incarico durante i positivi negoziati di Lima (COP 20) e Parigi (COP 21) che hanno portato alla firma dell’Accordo di Parigi.

Scegliere il futuro: affrontare la crisi climatica con ostinato ottimismo: il libro degli artefici dell’Accordo di Parigi

La parola chiave del loro libro è l’ottimismo, non come vaga speranza in un futuro migliore ma come approccio fondamentale verso la crisi climatica. Non tutto è perduto e sopravvivere a questa “pandemia in slow motion” è ancora possibile se solo diventiamo più consapevoli e iniziamo davvero a cambiare le nostre abitudini.

Non si tratta di un libro allarmistico, ma di uno strumento utile per renderci maggiormente consapevoli nei confronti della crisi climatica e delle azioni che possiamo fare per fermare questa deriva del Pianeta. Nel testo viene descritta in modo efficace l’analisi dei rischi, vengono analizzate le possibilità che ci restano con un utile decalogo di attivismo civico per non restare spettatori passivi di una storia che non ci riguarda. Il volume , tradotto da Dorotea Theodoli, sarà disponibile dal 14 aprile.

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie