EuropaIniziativeVideo

Stop Global Warming: una petizione per cambiare marcia in Europa [VIDEO]

C'è tempo fino al 20 luglio per firmare: l'obiettivo è quello di arrivare a tassare le emissioni di CO2

C’è tempo fino al 20 luglio per contribuire alla lotta contro il global-warmig. Non si tratta di firmare una semplice petizione ma di contribuire alla riuscita di una buona idea. Per uscire dalla crisi dovuta alla pandemia in atto saranno investiti in Europa migliaia di miliardi di euro. Con il prezzo del petrolio ai minimi chi inquina rischia di ottenere vantaggi economici notevoli rispetto a chi sceglie le energie pulite. Senza un cambio radicale che incida sulla tassazione si rischia grosso.

L’iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) vuole propore all’Ue, che sta elaborando i piani attuativi del Green Deal, di esprimersi sulla proposta di spostare le imposte dalle persone all’ambiente tassando le emissioni di CO2.

Perché inquinare dovrebbe essere vantaggioso?

Si chiederebbe dunque di introdurre un prezzo minimo per le emissioni di CO2, partendo da 50 euro per tonnellata di CO2 dal 2020 fino ad arrivare a 100 euro entro il 2025. I ricavi verrebbero utilizzati per potenziare risparmio energetico e fonti rinnovabili e per ridurre le imposte sui redditi più bassi. La proposta mira anche ad «abolire l’attuale sistema di quote di emissione gratuite per coloro che inquinano nell’UE e introdurre un meccanismo di adeguamento alla frontiera per le importazioni da Paesi terzi – si legge sulla petizione – in modo da compensare i prezzi più bassi delle emissioni di CO2 nel paese esportatore». Nel video qui sono viene spiegata nel dettaglio l’iniziativa.

L’iniziativa nasce da un’idea di 27 premi Nobel e 5.000 economisti, con il sostegno di 11.000 scienziati. La Commissione e il Parlamento europei saranno obbligati a discutere pubblicamente questa proposta di “Carbon Pricing” se 1 milione di cittadini europei l’avrà firmata entro il 20 luglio.

Qui si può firmare la petizione

Tags

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati