ApprofondimentiClimaIniziativeItaliaPolitichePrimo PianoSalute del pianetaSostenibilitàTerritorio

Cambiamenti climatici materia obbligatoria di studio: Italia prima al mondo

Dal 2020 l'Italia sarà la prima nazione in tutto il pianeta dove lo studio del climate change e dello sviluppo sostenibile sarà obbligatorio

Un primato destinato a entrare nella storia. In un’epoca che vede i cambiamenti climatici tra i maggiori problemi che si trovano ad affrontare i Paesi di tutto il mondo, senza alcuna eccezione, l’Italia può, ancora una volta, rivendicare il proprio primato culturale ed educativo. Dal prossimo anno, infatti, nelle scuole non si insegneranno più soltanto le “tradizionali” materie come italiano, storia, matematica, geografia, etc., bensì anche tutto quel che riguarda i cambiamenti climatici e lo sviluppo sostenibile. “Nel 2020 l’Italia sarà il primo Paese al mondo dove lo studio dei cambiamenti climatici e dello sviluppo sostenibile sarà obbligatorio“. Sono queste le parole che arrivano direttamente dal Ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti. Il Ministro parla della grande novità in un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa Reuters. “Tutte le scuole, dal prossimo settembre- sottolinea- dedicheranno 33 ore all’anno, circa un’ora a settimana, alle questioni relative ai cambiamenti climatici“. Il Ministro aggiunge quindi che “molte materie tradizionali, come geografia, matematica e fisica, saranno studiate in una nuova prospettiva legata allo sviluppo sostenibile” e che “l’intero ministero sta cambiando affinché la sostenibilità e il clima siano al centro del modello educativo“. “Voglio fare del sistema educativo italiano- conclude- il primo che pone l’ambiente e la società al centro di ciò che impariamo“.

Tags

Anna Maria Girelli Consolaro

Giornalista e conduttrice televisiva, Anna Maria dal febbraio 2010 lavora per Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995). Sin dall’infanzia è profondamente interessata e attratta da tutto quel che riguarda la natura e l’ambiente. Per questo, tra le sue grandi passioni, ci sono gli sport all’aria aperta e i viaggi. La sua attività giornalistica è sempre stata dedicata al settore delle eccellenze italiane e, su questo tema, ha condotto oltre 20 trasmissioni televisive, di cui è stata anche autrice. Moderatrice di convegni e conduttrice di eventi, per circa dieci anni Anna Maria ha scritto sulle pagine venete del Corriere della Sera.

Articoli correlati

Leggi anche

Close