ApprofondimentiClimaPrimo Piano Meteo

Estate 2021, caldo intenso: luglio è stato il terzo più rovente della serie storica al Sud

Quest’estate il caldo continua ad insistere specialmente sulle regioni del Sud: luglio 2021 è stato il terzo più caldo della serie storica per le regioni meridionali e il quinto più caldo per il Centro Italia.

Il mese di luglio è trascorso fra due ondate di calore intervallate da una fase più fresca e instabile, e con flussi occidentali instabili e perturbati che hanno frequentemente lambito il Nord causando numerosi episodi temporaleschi.

In questo quadro le temperature, fra valori estremi e fasi al di sotto della media, hanno dato origine a un’anomalia decisamente positiva, più di 1°C sopra la media a livello nazionale, con gli scarti più elevati sulle regioni centro-meridionali (mediamente intorno a +1.4°C) più ostinatamente interessate dalle incursioni di aria torrida nord-africana.

Giugno tra i più caldi mai registrati in Italia, preoccupa la scarsità di piogge: ecco i dati

Per il Sud si tratta del 3° valore più elevato nell’ambito della serie storica di luglio; 5° posto, invece, per il Centro, mentre a livello nazionale, a causa dei valori più contenuti del Nord, la sia pur rilevante anomalia va a occupare la settima posizione fra le più elevate dalla fine degli anni ’50 del secolo scorso.

Le temperature in Italia tra gli anni ‘80 e ‘90

Dal punto di vista delle precipitazioni, in generale il mese si presenta in linea con la norma. Tuttavia, questo risultato deriva dalla combinazione fra i settori che hanno sperimentato consistenti accumuli di pioggia, ossia le Alpi e l’alta pianura padana, e le vaste aree che, invece, si sono distinte per la scarsità di piogge: queste vanno dall’Emilia Romagna e le coste dell’alto Adriatico fino a gran parte del Centro-Sud esclusa la Sicilia dove la breve fase di maltempo, dovuta al passaggio della vasta depressione che ha messo temporaneamente in standby l’estate, ha favorito in poche ore accumuli ben oltre la media mensile della regione.

Leggi anche:

Groenlandia, caldo record e in un giorno abbastanza ghiaccio perso da ricoprire la Florida

Le ondate di caldo sono sempre più letali anche per piante e animali: è una strage che ci ricorda l’urgenza di agire

Dove fuggire per sopravvivere alla “fine del Mondo”? Individuate 5 isole felici

Simone Abelli

È meteorologo presso Meteo Expert dal 1999. Nel 1995 consegue la laurea a pieni voti in Fisica con una tesi sull’analisi statistica delle situazioni meteorologiche legate agli eventi alluvionali che hanno interessato l’Italia. Dal 1996 al 1998 svolge attività di ricerca nell’ambito del progetto europeo MEDALUS sul problema della desertificazione nel Mediterraneo. Dal 2008 al 2015, diviene uno dei meteorologi di riferimento delle reti televisive Mediaset. Principali pubblicazioni: “Il clima dell’Italia nell’ultimo ventennio” e “Manuale di meteorologia”.

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie