ApprofondimentiClimaEstero

Novembre 2019 tra i più caldi di sempre a livello globale: dati a confronto

La maggior parte delle aree terresti ha fatto registrare temperature nettamente al di sopra della media

Il mese di novembre è stato caratterizzato a livello globale da temperature al di sopra della media stagionale. Novembre 2019 – secondo i dati di un rapporto Copernicus – si piazza tra i tre novembre più caldi di sempre. Gli altri due sono quelli del 2015 e del 2016. La maggior parte delle aree terrestri ha visto temperature superiori alla media, con poche eccezioni: gran parte degli Stati Uniti orientali e del Canada e una regione dell’Asia centrale  che si estende dalla Siberia alla costa iraniana.

Novembre 2019
Foto: Copernicus Climate Change Service / ECMWF.

In Europa centrale e orientale, in particolare nel sud-est, le temperature a novembre 2019 sono state superiori alla media del 1981-2010. Nella maggior parte dell’Europa Occidentale, invece, si sono verificate temperature inferiori alla media.

Valori nettamente al di sopra della media si sono registrati su gran parte dell’Artico, sugli Stati Uniti occidentali e sul Canada, gran parte del Nord Africa e dell’Asia meridionale e orientale, in particolare sull’Altopiano tibetano. Ma anche nelle regioni centrali del Sud America, Africa meridionale, Australia occidentale e gran parte dell’Antartide. Temperature più alte della media anche sui mari, soprattutto nei diversi mari dell’Artico e dell’Antartico e nell’Oceano Pacifico nord-orientale.

I dati nel dettaglio

Novembre 2019 è stato:

    • 0.64° C più caldo rispetto alla media di novembre a partire da 1981-2010;
    • caldo come novembre 2016, diventando così uno dei due novembre record a livello di temperature;
    • 0,02° C più caldo di novembre 2015, il terzo più caldo di sempre.

Le anomalie della temperatura media europea sono generalmente più variabili rispetto a quelle globali, soprattutto in inverno quando possono cambiare di diversi gradi da un mese all’altro.
La temperatura media europea di novembre 2019 è stata:

    • 1,5° C più calda rispetto alla media di novembre dal 1981 al 2010;
    • più fresca rispetto ad altri novembre record, in particolare quelli 2015 e 2009, quando le temperature medie europee erano rispettivamente di 2,3° C e 2,2° C superiori alla media del 1981-2010.
Novembre 2019
Foto: Copernicus Climate Change Service / ECMWF.

Settembre-novembre 2019

Il periodo settembre-novembre 2019 ha visto temperature superiori alla media nella maggior parte dei continenti. Le regioni che hanno fatto registrare temperature molto al di sopra della media includevano ampie parti dell’Europa orientale, dell’Alaska occidentale, delle parti più settentrionali del Canada orientale e della Groenlandia settentrionale, della Siberia centrale settentrionale, dell’Africa meridionale e dell’Australia sud-occidentale. Valori inferiori alla media si sono verificati invece nelle regioni che includevano la maggior parte dell’Irlanda, del Regno Unito e della Scandinavia, una regione ad est del Mar Caspio, così come gli Stati Uniti settentrionali e il Canada meridionale.

Settembre-Novembre 2019
Foto: Copernicus Climate Change Service / ECMWF.

Per quanto riguarda la temperatura media in Europa nel periodo settembre-novembre 2019 – prendendo sempre come termine di paragone la media relativa al periodo 1981-2010 -, è andata vicina agli 1,1° C al di sopra della norma. Si è dunque trattato del quarto autunno più caldo, almeno dal 1979, superato solo nel 2006, 2015 e 2018.

Da dicembre 2018 a dicembre 2019

Nei dodici mesi da dicembre 2018 a dicembre 2019 le temperature medie sono state:

Dicembre 2018-dicembre 2019
Foto: Copernicus Climate Change Service / ECMWF.
    • molto al di sopra della media del 1981-2010 sulla maggior parte dell’Artico, con un picco sopra e vicino all’Alaska e sulle parti centrali della Siberia settentrionale;
    • sopra la media in quasi tutta l’Europa;
    • sopra la media sulla maggior parte delle altre aree di terra e oceano, specialmente in Medio Oriente, Africa meridionale, Australia e alcune parti dell’Antartico;
    • sotto la media su alcune aree terrestri e oceaniche, in particolare sul Canada centrale e sud-orientale.
Dicembre 2018 - dicembre 2019
Foto: Copernicus Climate Change Service / ECMWF.

A livello globale, il periodo di dodici mesi da dicembre 2018 a novembre 2019 è stato di 0,58° C più caldo rispetto alla media 1981-2010. Il periodo di dodici mesi più caldo è stato quello da ottobre 2015 a settembre 2016, con una temperatura superiore di 0,66° C. Il 2016 è stato inoltre l’anno solare più caldo mai registrato, con una temperatura globale di 0,63° C superiore a quella del periodo 1981-2010. Il secondo anno solare più caldo, vale a dire il 2017, ha fatto registrare una temperatura di 0,54° C sopra la media. Infine, il terzo anno più caldo, cioè il 2018, è stato di 0,46° C sopra la media 1981-2010.

La temperatura media sul periodo di dodici mesi a novembre 2019 è di 1,2° C sopra la norma. La media per il solo novembre 2019 parla di 1,3° C sopra il livello.

I diversi periodi presi in analisi presentano dei significativi punti in comune:

    • il caldo eccezionale del 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019;
    • il tasso medio globale di riscaldamento di circa 0,18° C per decennio dalla fine degli anni ’70;
    • il periodo prolungato di temperature superiori alla media dal 2001 in poi.

Le temperature medie su dodici mesi per l’Europa sono state al di sopra della norma già dal 2014 al 2016. Poi sono diminuite, ma sono comunque rimaste 0,5° C o più al di sopra della media 1981-2010. L’ultima media, per il periodo da dicembre 2018 a novembre 2019, è di 1,1° C sopra la norma 1981-2010. Il periodo più caldo in assoluto, da aprile 2018 a marzo 2019, è stato superiore di 1,5° C sopra la media.

Tags

Articoli correlati