ClimaSalute del pianeta

Inverno da record in Europa: è stato il più caldo dal 1850

E' stata la stagione invernale più calda della storia recente, con una differenza di +3,4°C rispetto al periodo 1980-2010

L’inverno 2019-2020 è stato segnato dal caldo anomalo in tutta Europa. Avevamo anticipato alcuni dei record raggiunti a livello nazionale e locale, ma ora arriva la conferma dal rapporto di Copernicus. Il continente europeo non ha mai vissuto un inverno così caldo, non solo dal 1980, ma addirittura dal lontano 1850, con una anomalia rispetto alla media 1981-2010 di addirittura 3,4°C. L’analisi è stata effettuata osservando i dati ottenuti grazie alle rilevazioni C3S ERA5 per il periodo 1979-2020, insieme a quelli provenienti da altri 6 provider, che si spingono indietro fino al 1850.

Leggi anche:

Vortice polare da record cancella l’inverno 2019-2020

La stagione meteorologica invernale, che comprende i mesi di dicembre, gennaio e febbraio, è stata segnata da temperature decisamente elevate per quello che dovrebbe essere il trimestre più freddo dell’anno per l’emisfero settentrionale.  Questo inverno ha superato il record del 2015-2016 di un bel pezzo, ossia con un surplus di 1,4°C.

Fonte Copernicus Climate Change Service

«Più si va verso l’est del continente – commenta il meteorologo Daniele Izzo – maggiore è l’anomalia positiva di temperatura.

europa caldo record inverno
Anomalia delle temperature dell’inverno 2019-2020. Fonte Copernicus

Lo scarto rispetto alla media ha superato i 6 °C sulla Russia occidentale, a Mosca ad esempio è stato di 6,3 °C. Per la capitale russa è stato un inverno fuori scala per le temperature elevate e le nevicate eccezionalmente basse. Un po’ come per noi è stata l’estate del 2003».

«Anche in Francia, questo inverno è stato il più caldo mai osservato dal 1900: la temperatura è stata di 2,7 °C superiore alla media stagionale. In Italia l’inverno appena concluso è stato il terzo più caldo degli ultimi 60 anni, ma se consideriamo la media delle temperature massime, quest’inverno sale al primo posto»

Febbraio 2020 è il secondo più caldo sia in Europa che nel Mondo

Durante il mese di febbraio gran parte d’Europa ha vissuto un anticipo di primavera, con temperature medie oltre la norma praticamente in tutto il continente, specialmente sui settori nord e orientali. Per l’Europa è stato il secondo febbraio più caldo della serie storica con una anomalia di ben 3,9°C. Peggio di così solo il Febbraio 1990, con una anomalia di 4,5°C rispetto alla media 1981-2010.

A Helsinki, ad esempio, tra gennaio e febbraio la temperatura media è rimasta sempre 5 gradi oltre la norma. Qui, tra l’altro, è la prima volta che durante i mesi di gennaio e febbraio non si sono mai registrati accumuli significativi di neve. In Germania, il mancato inverno, ha completamente compromesso la raccolta del Eiswein, ossia vino di ghiaccio.

A livello globale non è andata meglio. Febbraio è stato il secondo più caldo con una differenza di 0,8°C rispetto alla media. Il febbraio 2020 si è infilato sul secondo gradino del podio, con una differenza di 0,1°C sia rispetto il terzo più caldo della serie (febbraio 2017), che rispetto al primo (febbraio 2016).

Anomalie di Febbraio 2020

 

 

 

 

 

Tags

Silvia Turci

Ho conseguito una laurea specialistica in Comunicazione per l’Impresa, i media e le organizzazioni complesse all’Università Cattolica di Milano. Il mio percorso accademico si basa però sullo studio approfondito delle lingue straniere, nello specifico del francese, inglese e russo, culminato con una laurea triennale in Esperto linguistico d’Impresa. Sono arrivata a Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995) nel 2014 e da allora sono entrata in contatto con la meteorologia e le scienze del clima: una continua scoperta che mi ha fatto appassionare ogni giorno di più al mio lavoro.

Articoli correlati