InquinamentoTerritorio

Il costo dell’inquinamento è alto anche per le nostre tasche: 5 città italiane tra le 10 europee con la spesa più elevata

In Europa il costo medio dell'inquinamento è di 1.276€ all'anno pro capite. Ma per noi italiani la spesa è molto più elevata

L’inquinamento pesa anche sulle nostre tasche. Se i suoi costi sono ovviamente elevatissimi in termini di salutesconvolgenti i dati emersi di recente sulle conseguenze che ha sui neonati -, gli effetti dell’inquinamento si fanno sentire anche sulla nostra economia.

In questo senso sono notevoli i dati emersi dall’ultimo rapporto dell’Alleanza europea per la salute pubblica, l’Epha, che ha calcolato il costo dell’inquinamento in base al valore delle morti premature, delle cure mediche, delle giornate lavorative perse e delle altre spese sanitarie legate ai tre inquinanti atmosferici più pericolosi: il particolato atmosferico, l’ozono e il biossido di azoto.

Se il costo pro capite che devono sostenere in media i cittadini europei è decisamente alto – si stima una media di 1.276 euro all’anno – per noi italiani le cose vanno ancora peggio: secondo i calcoli dell’organizzazione, l’inquinamento costa in media 1.535 euro all’anno per ogni italiano.

milano inquinamento smog
Image by Mirko Bozzato from Pixabay

Le differenze sono elevate anche in base alle città: come probabilmente era prevedibile, la maglia nera spetta a Milano, dove la spesa pro capite supera addirittura i 2.800 euro all’anno. I milanesi sono tra gli europei che pagano il prezzo più elevato per l’inquinamento: va peggio solo agli abitanti di Bucarest.

Ma tra le 10 città europee che sostengono i costi più elevati sono ben 5 quelle italiane: oltre a Milano, troviamo Padova (terza in classifica con 2.500 euro), Venezia e Brescia (al sesto e al settimo posto), e Torino, in nona posizione.

inquinamento costi europa
Crediti: Epha

Il segretario generale dell’Epha, Sascha Marschang, ha sottolineato come dallo studio emergano «le enormi disuguaglianze di salute che esistono tra i paesi europei e al loro interno». «La situazione può essere influenzata dalle politiche dei trasporti – ha aggiunto -, e le città possono ridurre i costi passando alla mobilità urbana a zero emissioni. I governi e l’Unione europea dovrebbero tenere presenti questi costi per la politica dei trasporti al fine di sostenere, e non ostacolare, una sana ripresa dalla pandemia di COVID-19».

Il rapporto completo è disponibile a questo link.

Leggi anche:

L’inquinamento uccide, anche i neonati: nel 2019 ne sono morti quasi 500.000

Un’Italia non basta: allevamenti e agricoltura ne consumano una e mezza. Lo studio

In Europa edifici a rischio a causa dei cambiamenti climatici

Valeria Capettini

Nata a Milano nel 1991, mi sono laureata in Lettere moderne per poi conseguire una laurea magistrale in Comunicazione. Sono iscritta all'Albo dei Giornalisti della Lombardia. Nel 2016 sono entrata a far parte della squadra di Meteo Expert, allora conosciuto come Centro Epson Meteo: un'esperienza che mi ha insegnato tanto e mi ha permesso di avvicinarmi al mondo della climatologia lavorando fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore.

Articoli correlati

Back to top button