Notizie ItaliaTerritorio

Il MOSE protegge Venezia da una marea senza precedenti

Registrato il livello di marea più alto della storia alle porte di Venezia

Il passaggio dell’intensa Tempesta, martedì 22 novembre, ha come previsto dato vita ad una marea eccezionalmente alta lungo le coste dell’Adriatico settentrionale: il MOSE, attivato come previsto, ha protetto la città di Venezia da un livello del mare tra i più alti mai registrati nella storia.

La più intensa perturbazione dell’anno ha travolto l’Italia martedì 22 novembre, accompagnata da diffuso maltempo, nubifragi, tanta neve sulle Alpi e venti forti in rotazione antioraria attorno all’Italia. Tra la sera di lunedì 21 e la giornata di martedì 22 il vento ha superato i 100 km/h nell’alto Adriatico . 

Secondo gli esperti dell’ISPRA l’evento di oggi risulta essere pari o perfino superiore a quello del 12 novembre 2019, considerando i livelli massimi raggiunti dalla marea, e probabilmente anche all’evento del 4 novembre 1966, “seppur in quell’occasione si disponesse di una rete di misura con minore copertura geografica”. Si tratta dunque di un evento eccezionale ma difficile da inquadrare nella statistica storica: “la chiusura delle barriere mobili, non rende confrontabili i valori odierni registrati a Punta della Salute con la serie storica che si estende fino al 1924”, spiega l’ISPRA.

Il MOSE protegge Venezia da una marea senza precedenti

Lo conferma una nota pubblicata dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), che ha definito questo un “evento meteo-marino eccezionale”, con valori del livello del mare registrati lungo l’arco costiero Alto Adriatico “tra i più alti della storia”. Senza MOSE la città di Venezia sarebbe stata raggiunta da un livello di marea probabilmente storico, capace di far andare sott’acqua gran parte della viabilità della città.

Il picco di marea, previsto per la mattina di martedì 22 era di 170 cm, e così è stato: presso la stazione mareografica di Piattaforma CNR, al largo della costa veneziana, è stato registrato un livello massimo di marea di 173 cm (ZMPS) alle ore 9.35 e altezze d’onda prossime ai 4 m.

mose venezia

Ma l’effetto congiunto delle condizioni locali e dell’altezza delle onde ha portato i livelli di marea sotto costa superiori ai 2 metri (203 presso la stazione di Malamocco Diga Nord). Presso la stazione di Meda Bocca Lido, per effetto dell’accumulo di acqua sopraflutto rispetto alle barriere del MoSE, è stato registrato un picco di 209 cm alle 9.40, il valore di livello più alto della storia mai registrato in Adriatico.

Il MOSE ha di fatto protetto la città di Venezia con successo, impedendo l’ingresso della marea nella laguna. Nella città i livelli massimi di marea hanno raggiunto punte comprese tra i 60 e i 70 cm. A Chioggia Vigo, invece, per effetto del fortissimo vento di Bora, è stato raggiunto il valore di 109 cm alle ore 13.10, con un livello non ancora assestato.

Le mareggiate e i forti venti scatenati dall’intensa tempesta hanno dato vita a livelli di marea molto elevati anche nel Delta del Po veneto, con massimi di 198 cm a Porto Caleri e 203 cm a Scardovari, con altezza d’onda significativa in laguna superiore al metro.

Leggi anche:

Eventi meteo estremi, nessuna prevenzione: in Italia preferiamo spendere di più per riparare i danni

Il Fondo Italiano per il Clima, cos’è?

Smog, a Milano, Torino e Venezia 2 mesi su 11 con inquinamento oltre la soglia

 

Silvia Turci

Ho conseguito una laurea specialistica in Comunicazione per l’Impresa, i media e le organizzazioni complesse all’Università Cattolica di Milano. Il mio percorso accademico si basa però sullo studio approfondito delle lingue straniere, nello specifico del francese, inglese e russo, culminato con una laurea triennale in Esperto linguistico d’Impresa. Sono arrivata a Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995) nel 2014 e da allora sono entrata in contatto con la meteorologia e le scienze del clima: una continua scoperta che mi ha fatto appassionare ogni giorno di più al mio lavoro.

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie