IniziativeIniziativeIniziativeInquinamentoPrimo PianoSalute del pianetaVideo

È la Settimana per la Riduzione dei Rifiuti: le cose da fare

Spaventosi i dati sullo spreco di cibo: la riduzione dei rifiuti è di fondamentale importanza

È iniziata sabato 16 novembre la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, un’iniziativa volta alla promozione di azioni di sensibilizzazione sulla corretta riduzione dei rifiuti che si pone l’obiettivo primario di sensibilizzare la società sulla corretta riduzione dei rifiuti, sul riutilizzo dei prodotti e sulle strategie per riciclare i materiali, informando i cittadini sulle relative politiche dell’Unione europea e degli Stati membri. Sono diversi i punti da approfondire e i cambiamenti da mettere in atto parlando di rifiuti, ma la priorità assoluta va all’urgenza di ridurli.

«Il miglior rifiuto è quello che non viene prodotto», osservano gli organizzatori della Settimana per la Riduzione dei Rifiuti. «La riduzione comprende sia la riduzione in senso stretto sia la riduzione alla fonte: può essere definita come la gamma completa di misure e azioni adottate prima che una sostanza, un materiale o un prodotto diventi un rifiuto», spiegano.

Per una riduzione efficace dei rifiuti sono naturalmente tantissime le cose da fare, a casa come in ufficio, dove per esempio possiamo facilmente fare attenzione a selezionare la stampa fronte-retro, a utilizzare il più possibile carta da recupero, adottare politiche di acquisti green o bere l’acqua del rubinetto.
Di fondamentale importanza prestare la massima attenzione anche agli imballaggi, riducendo il più possibile l’utilizzo di tutti quelli che sono superflui. Basta avere qualche accortezza in più per esempio utilizzando borse in tela e optando per i prodotti sfusi. Per la riduzione dei rifiuti è necessario ridurre anche gli sprechi di cibo: secondo i dati resi noti dalla Coldiretti nel commentare il rapporto della Fao presentato a ottobre, nell’ultimo anno in Italia il valore di alimenti e bevande finiti nel bidone della spazzatura ammonta a 16 miliardi di euro. Si stima che in un anno ogni italiano sprechi circa 36 kg di cibo in casa: tra gli alimenti più colpiti ci sono la verdura e la frutta fresca, seguite da pane, cipolle e aglio, latte e yogurt, formaggi, salse e sughi.

A questo link è possibile consultare la mappa di tutte le iniziative legate alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti.

Tags

Valeria Capettini

Sono nata a Milano nel 1991 e sono da sempre appassionata di giornalismo e scrittura. Dal 2016 lavoro con Meteo Expert, un’esperienza che mi ha insegnato tanto e che mi ha permesso di avvicinarmi all’affascinante mondo della meteorologia e della climatologia, offrendomi l’eccezionale opportunità di lavorare fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore. Dopo essermi diplomata al liceo classico, nel 2014 mi sono laureata in Lettere moderne con una tesi sul Giornalismo e sul ruolo dei social media in questo mondo. Nel 2017 mi sono laureata in Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse con una tesi sulla brand personality.

Articoli correlati