Notizie Italia

Meteo: caldo anomalo su Italia ed Europa, fino a 10-15°C oltre la media!

La fine di ottobre sarà ancora caratterizzata dall'Anticiclone nord africano che si è esteso fino al cuore del continente. Possibile svolta solo nei primi giorni di novembre

Nel contesto meteo di Italia ed Europa domina senza sosta l’Anticiclone Nord Africano, una struttura robusta che si è estesa fino al cuore del continente. L’anomalia termica nei Paesi centro orientali raggiungerà anche uno scarto di 10-15 gradi oltre la media. Per quanto riguarda l’Italia, la principale anomalia riguarda il Centro-Nord, la Sardegna e le Alpi con lo zero termico che si spingerà anche a oltre 3500 metri di quota.

Naturalmente la prolungata stabilità atmosferica continuerà a favorire la formazione di nebbie e foschie (con rischio di scarsa visibilità specialmente in Pianura Padana) nonché l’accumulo di inquinanti nei bassi strati. Nei primi giorni di novembre l’alta pressione potrebbe gradualmente indebolirsi sotto la spinta di correnti atlantiche che convoglieranno aria più fresca verso l’Europa e l’Italia.

Le previsioni meteo per le prossime ore

Cielo in prevalenza sereno su tutte le regioni, con velature passeggere al Centro-Nord e qualche temporaneo e locale addensamento lungo il versante adriatico e verso sera anche sulla Sicilia meridionale. Iniziali banchi di nebbia presenti nel settore centrale della pianura Padana fino alle coste dell’alto Adriatico e nelle valli interne fra Toscana e Umbria.

Temperature sempre ben oltre la media, con tendenza a qualche locale diminuzione nelle massime al Sud e sulle Isole: valori pomeridiani per lo più compresi fra 20 e 26 gradi, con punte di 27-28 gradi nel settore tirrenico e in Sardegna.
Venti in prevalenza deboli, salvo dei leggeri rinforzi sul basso mare Adriatico e sullo Ionio.
Mari: localmente mossi il basso Ionio, ed il basso Adriatico, in prevalenza calmi o poco mossi gli altri.

Controlla qui le previsioni meteo nel dettaglio per il tuo comune 

Le previsioni meteo per sabato 29 ottobre

Giornata di sole in tutto il Paese con un cielo in prevalenza sereno, in particolare nelle regioni del Centro-Nord e in Sardegna; qualche modesto annuvolamento in più, a carattere temporaneo e irregolare, lo ritroveremo soltanto su Puglia, Basilicata e Sicilia centro-meridionale. Nelle ore più fredde formazione di nebbie su buona parte della valle padana, lungo le coste di Veneto ed Emilia Romagna e localmente anche nelle valli interne del Centro.

Temperature senza variazioni di rilievo, al più con lievi cali al Sud e nelle Isole; valori ancora superiori alla norma, con anomalie più marcate sul Centro-Nord e in particolare nelle aree alpine.
Venti in generale deboli; risulteranno localmente moderati da est nel Canale di Sardegna e dai quadranti settentrionali tra basso Adriatico e Ionio.
Mari: un po’ mossi lo Ionio, l’Adriatico meridionale e il Canale di Sardegna; in prevalenza calmi o poco mossi gli altri bacini.

Le previsioni meteo per domenica 30 ottobre

Tempo soleggiato sull’Italia con davvero pochi e modesti annuvolamenti di rilievo; da segnalare, infatti, soltanto qualche sottile velatura nell’estremo Nord-Ovest e lungo le Alpi e qualche temporaneo annuvolamento sparso su Puglia, Sicilia e Sardegna orientale. Nelle ore notturne e mattutine attenzione alla visibilità ridotta a causa delle nebbie su buona parte della Pianura Padana e lungo le coste dell’Adriatico settentrionale, in graduale dissolvimento.

Temperature senza variazioni di rilievo, sempre superiori alla norma e con anomalie più marcate al Centro-Nord; valori pomeridiani che oscilleranno da Nord a Sud per lo più tra 21 e 25 gradi. Venti in generale molto deboli, salvo locali e moderati rinforzi da nord-nordovest tra il basso Adriatico e l’alto Ionio e da est nel Canale di Sardegna.
Mari: localmente un po’ mossi lo Ionio, il basso Adriatico, il Canale d’Otranto e il Canale di Sardegna; poco mossi o calmi gli altri bacini.

Le notizie di IconaClima:

Crisi climatica: siamo a un passo dall’irreversibile. Nuovo allarme dell’Onu

Mobilità (non) sostenibile, continua a crescere l’utilizzo dell’auto privata

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie