Notizie MondoTemperature

Il 2021 è stato uno degli anni più caldi mai registrati: prosegue l’aumento delle temperature

I 7 anni più caldi di sempre sono tutti concentrati dal 2015 in poi. I dati parlano chiaro, ma le emissioni continuano a crescere: nel corso del 2021 CO2 e metano hanno fatto registrare dei nuovi record

I dati relativi al clima del 2021 confermano, ancora una volta, che il nostro pianeta ha la febbre sempre più alta.

Clima, il 2021 è stato il 5° anno più caldo mai registrato

A livello globale, nel 2021 il clima è stato più caldo della media del trentennio 1991-2020 di 0,28°C.

L’anno più caldo in assoluto è finora stato il 2016, con un’anomalia di 0,44°C, e quasi a pari merito troviamo il 2020, che è stato più fresco di appena 0,01°C. A seguire sul podio c’è il 2019 (+0,40°C rispetto alla media) e al quarto posto troviamo il 2017, con 0,30°C in più. Dopo il quinto posto, occupato dal 2021, troviamo il 2015 e il 2018.

Una sfilza di numeri che a un primo impatto può sembrare poco significativa, ma che ci dice una cosa importante. Gli ultimi 7 anni sono stati i 7 anni più caldi mai registrati.

clima 2021
Crediti: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Così continuiamo ad allontanarci dal clima che il pianeta aveva prima dell’era industriale, con una temperatura che nel 2021 è arrivata a una media globale compresa tra 1,1 e 1,2°C al di sopra del livello 1850-1900. La soglia di 1,5°C, quella entro cui dovremmo mantenere il riscaldamento globale nei prossimi decenni, è sempre più vicina.

Entrando più nei dettagli di quello che ci ha riservato il 2021 dal punto di vista del clima, troviamo una temperatura molto superiore alla media nella fascia che si estende dalla costa occidentale degli Stati Uniti e del Canada al Canada nord-orientale e alla Groenlandia.

Stati Uniti, il 2021 è il quarto anno più caldo e il secondo per numero di eventi meteo estremi

È stato un anno molto più caldo della media anche per gran parte dell’Africa centrale e settentrionale, del Medio Oriente, dell’Afghanistan, dell’altopiano tibetano e dell’estremo sud del Sud America.

In altre aree del pianeta il 2021 è stato un lievemente più fresco della media, comprese parti della Siberia, dell’Alaska e gran parte dell’Australia e dell’Antartide, così come nel Pacifico equatoriale orientale, dove l’evento La Niña, che ha raggiunto il picco alla fine del 2020, si è di nuovo intensificato negli ultimi mesi.

Mentre le temperature continuano ad aumentare, non si ferma la crescita delle emissioni

I livelli globali di CO2 e metano, i principali gas serra, hanno continuato a salire nel corso del 2021, ed entrambi hanno raggiunto livelli record.

In particolare, gli scienziati avvertono che l’anidride carbonica ha raggiunto le 414,3 parti per milione nel 2021, facendo registrare un aumento di circa 2,4 ppm rispetto al 2020.

Il rapporto completo sul clima del 2021 è stato pubblicato dal programma europeo Copernicus ed è disponibile a questo link.

Valeria Capettini

Nata a Milano nel 1991, mi sono laureata in Lettere moderne per poi conseguire una laurea magistrale in Comunicazione. Sono iscritta all'Albo dei Giornalisti della Lombardia. Nel 2016 sono entrata a far parte della squadra di Meteo Expert, allora conosciuto come Centro Epson Meteo: un'esperienza che mi ha insegnato tanto e mi ha permesso di avvicinarmi al mondo della climatologia lavorando fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore.

Articoli correlati

Back to top button