Vivere Green

A Londra arriva un’app per aiutare i cittadini a ridurre l’impronta di carbonio

Cosa possiamo fare nel nostro piccolo per aiutare il Pianeta e il clima? Esistono diversi siti che, attraverso domande sul nostro stile di vita, ci aiutano a capire dove possiamo migliorare. Il Consiglio della Grande Londra, per aiutare e guidare i cittadini verso uno stile di vita più consapevole, ha deciso di lanciare un’applicazione curata dallo strumento finlandese di Sitra. In Finlandia questo strumento è diventato virale e ha eseguito oltre 1 milione di test per comprendere l’impronta di carbonio di singoli cittadini.

Questo strumento permette di analizzare lo stile di vita, le abitudini di consumo, gli spostamenti e la gestione domestica, per capire quanto pesa in termini di emissioni di CO2 equivalente. Questo significa che ognuno di noi avrà un risultato differente e consigli diversi per ridurre l’impatto del clima.

Nello strumento online bisogna rispondere ad una serie di domande legate alle caratteristiche della nostra abitazione, la tipologia di riscaldamento domestico, i metodi utilizzati nei nostri spostamenti, le abitudini alimentari, la frequenza del consumo di carne e latticini, lo spreco di cibo, le abitudini legate allo shopping e la presenza di animali domestici nel nostro nucleo familiare.

Fonte lifestyletest.sitra.fi

Il risultato mostra la propria personale impronta di carbonio insieme a consigli e suggerimenti per ridurla. In media, secondo lo strumento, ogni cittadino che ha effettuato il test è responsabile di 7000 kg CO₂e, ma per poter essere in linea con l’obiettivo dei 1,5 gradi, l’impronta di carbonio deve restare intorno ai 2500 kg CO₂e.

A Londra, secondo il Global Carbon Atlas, l’impronta di carbonio media dei residenti è di circa 8300 kg of CO2. Questo significa che se due persone in ogni nucleo familiare riducessero l’impronta di carbonio del 20% potrebbero essere risparmiate 12 megatonnellate di CO2.

Questo strumento può aiutarci nel mostrare ai cittadini come «anche piccole azioni della nostra vita quotidiana» possono contribuire alla lotta alla crisi climatica. «La grande maggioranza deli nostri residenti hanno voglia di aiutare a prevenire il cambiamento climatico – secondo un nostro sondaggio è l’87%» ha dichiarato Philip Glanville, sindaco del borgo londinese di Hackney e presidente della commissione sul trasporto e sull’ambiente del London Council. «Ma i londinesi possono prendere solo le scelte che hanno a disposizione. E importante che il governo e le imprese possano permettere ai cittadini di fare scelte sostenibili che si integrino nel loro stile di vita».

Leggi anche:

Termina la stagione degli uragani 2021: è tra le più intense di sempre. Il bilancio

Stati Uniti, un diluvio di plastica: primo produttore di rifiuti al mondo. I dati

Enel chiude la centrale a carbone di La Spezia

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie