EnergiaTerritorio

Energia, sorpasso storico negli USA: le fonti rinnovabili superano il carbone

Nonostante il sostegno politico di Trump all'industria del carbone, le fonti rinnovabili lo hanno sorpassato nella produzione di energia: è la prima volta dall'Ottocento

Negli Stati Uniti le fonti rinnovabili hanno superato il carbone nella generazione di energia: si tratta di un momento storico. Il legno ha infatti rappresentato la principale fonte di energia per gli USA dall’Ottocento: dopo oltre 130 anni, il 2019 ha segnato una svolta decisiva.

Secondo i dati resi noti dal Governo degli Stati Uniti, il consumo del carbone è diminuito del 15% e le energie rinnovabili sono aumentate di un punto percentuale. È la prima volta che questo succede almeno dal 1885.

energia usa
Crediti: U.S. Energy Information Administration, Monthly Energy Review

Secondo le previsioni della US Energy Information Administration (EIA), le fonti rinnovabili si preparano a sancire la scomparsa del carbone. Il 21 maggio di quest’anno gli Usa hanno raggiunto il centesimo giorno in cui le rinnovabili sono state utilizzate più del carbone per produrre energia.

Solo dieci anni fa quasi la metà dell’energia elettrica generata negli Stati Uniti veniva generata attraverso il carbone e un sorpasso del genere sarebbe stato impensabile. Secondo gli analisti quest’anno l’utilizzo di carbone dovrebbe scendere al di sotto del 20 per cento, per poi dimezzarsi ulteriormente nei prossimi anni. Si tratta della fonte di energia con l’impatto più pesante sul clima e gli scienziati hanno detto che il suo sfruttamento deve essere eliminato totalmente per raggiungere l’obiettivo delle emissioni nette zero a livello globale entro il 2050.

Alcuni Paesi, come la Germania e il Regno Unito, puntano a chiudere completamente al carbone, industria che invece, negli Stati Uniti, gode ancora del forte sostegno politico del presidente Trump.

Leggi anche:

Italia al 20° posto nel Mondo per sostenibilità ambientale

Il clima in Italia cambia più velocemente che nel resto del mondo? I dati

La primavera 2020 è stata più calda del normale: i dettagli

Valeria Capettini

Nata a Milano nel 1991, mi sono laureata in Lettere moderne per poi conseguire una laurea magistrale in Comunicazione. Sono iscritta all'Albo dei Giornalisti della Lombardia. Nel 2016 sono entrata a far parte della squadra di Meteo Expert, allora conosciuto come Centro Epson Meteo: un'esperienza che mi ha insegnato tanto e mi ha permesso di avvicinarmi al mondo della climatologia lavorando fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore.

Articoli correlati

Back to top button