AtmosferaClima

L’Europa ha appena vissuto l’anno più caldo dal 1979

Dicembre è stato addirittura di 3,2 gradi più caldo della media 1981-2010

Il 2019 è stato l’anno più caldo per l’Europa dal 1979. Lo conferma l’analisi del servizio Copernicus sui cambiamenti climatici che pone l’anno appena concluso al primo posto tra quelli più caldi, con una differenza di +1.2°C rispetto alla media calcolata tra il 1981 e il 2010. Negli ultimi 40 anni non ha mai fatto così caldo: il 2019 è salito al primo posto, facendo scivolare indietro il 2014, il 2015 e il 2018. Considerando un arco temporale mobile di 12 mesi, il periodo più caldo per il nostro continente (+1,5°C) è stato l’anno che va dall’aprile 2018 al mese di marzo 2019.

europa caldo 2019
Fonte Copernicus Climate Change Service/ECMWF


Il mese di dicembre 2019, in particolare, è stato eccezionalmente caldo in Europa
, specie sui settori nord-orientali. Si sono registrate temperature miti anche a Mosca, dove tra l’altro è mancata la neve, e in Finlandia. In Lapponia, più precisamente a Sodankylä, la temperatura è rimasta di 6,2 gradi più alta della media 1981-2010.

  • Leggi l’analisi climatica del 2019 relativa all’Italia

Complessivamente in Europa dicembre 2019 è stato di 3,2°C più caldo della norma del trentennio che va dal 1981 al 2010. Nel report si specifica come le anomalie europee siano molto più variabili di quelle globali, specialmente in inverno. Fatto sta che questa eccezionale anomalia rende questo mese il dicembre più caldo da quando si registrano i dati, di un soffio (0,1°C) più caldo del dicembre 2015.

 

Tags

Silvia Turci

Ho conseguito una laurea specialistica in Comunicazione per l’Impresa, i media e le organizzazioni complesse all’Università Cattolica di Milano. Il mio percorso accademico si basa però sullo studio approfondito delle lingue straniere, nello specifico del francese, inglese e russo, culminato con una laurea triennale in Esperto linguistico d’Impresa. Sono arrivata a Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995) nel 2014 e da allora sono entrata in contatto con la meteorologia e le scienze del clima: una continua scoperta che mi ha fatto appassionare ogni giorno di più al mio lavoro.

Articoli correlati