EsteroInquinamento

Nigeria, esplode una petroliera: grave disastro ambientale

La Trinity Spirit può produrre fino a 22.000 barili di petrolio al giorno e immagazzinarne fino a 2 milioni

Grave incidente petrolifero in Nigeria. Una nave per la produzione e lo stoccaggio di petrolio è esplosa mercoledì scorso al largo delle coste nigeriane con 10 membri dell’equipaggio a bordo. Si teme un gravissimo disastro ambientale.

La Shebah Exploration & Production Company Ltd (SEPCOL) della Nigeria ha affermato che la nave specializzata in stoccaggio e scarico (FPSO) della Trinity Spirit può produrre fino a 22.000 barili di petrolio al giorno e immagazzinarne fino a 2 milioni.
Il Trinity Spirit è tra gli impianti di produzione più grandi della zona e copre 750 km quadrati al largo del delta del Niger.

“Al momento non ci sono vittime segnalate, ma possiamo confermare che c’erano 10 membri dell’equipaggio a bordo della nave prima dell’incidente e stiamo dando la priorità alle indagini per quanto riguarda la loro sicurezza”, ha affermato in una nota l’amministratore delegato della SEPCOL Ikemefuna Okafor.

SEPCOL, che è in amministrazione controllata, non ha ancora comunicato, nonostante le pressioni e le richieste, quanto greggio la nave stesse immagazzinando al momento dell’esplosione. Secondo fonti locali la petroliera dopo l’incendio sarebbe affondata.

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie